...CONTENTI?

martedì 28 agosto 2012

John Galliano riappare! Mykonos, il genio è in vacanza con amici.






E Dior (gruppo LVMH)?
Cacciato dopo un complotto John Galliano è oggi guidata da uno stilista pi*la senza idee, in piena crisi economica.

John Galliano, WE LOVE YOU!

DIOR RETROSCENA. John Galliano, COMPLOTTO TOLEDANO. Chi è LVMH?


John Galliano è stato studiato, pedinato ed eliminato in modo semplice, devastante ed economico. Due provocatori, due testimoni prezzolati e un videofonino.
 
Sideny Toledano Massimo Dirigente DIOR, EBREO dei TOLEDANO, da 5 secoli dinastia ricca e potente.
Natalie Portman attrice EBREA nella HOLLYWOOD EBREA riceve OSCAR e PREMI come piovessero...
JOHN GALLIANO, STILISTA GENIALE, purtroppo per lui NON EBREO: VIENE ELIMINATO con un TRANELLO RIPETUTO IN DUE MESI.
SISTEMA EBRAICO/VITTIMISTICO AS EVER VINCENTE, John Galliano is GAME OVER!
TOLEDANO & PORTMAN etc etc ROCKS!
Dior è avvolto dal fumo, il marchio insidiato da dubbi, presentimenti e sospetti.
L'unica certezza il nome del martire: John Galliano, un grande artista ed un uomo buono.
Rimane una speranza, che John si converta! John, diventa ebreo!
Gli Hennessy, la H del marchio LVMH sono una famiglia ebrea.
Sidney Toledano è il figlio di Boris Toledano, ex industriale e Presidente della Comunità Ebraica di Casablanca, e Ines Benezra
(fonte wikipedia francese)

venerdì 24 agosto 2012

KINSKI KINSKI: evidentemente Geza Schoen aveva la casa piena di ambroxan...


2011
Ok, il ventennale della scomparsa di un attore che era scomparso in vita, figuriamoci in morte. Bando alle ciance.
Spruzza.
MMMMMMMMMMMMMMMM?
Questo è ambroxan, e poi?
Dichiarare una piramide lunghissima e puzzare di ambrox? 
E' quite scandoloso!
Concentriamoci, insuffliamo, c'è cedro, c'è muschio, c'è qualcosina di fruttato, non c'è un ***** di castoreum, cosa lo metti negli ingredienti? Giusto un'ombra di noce moscata.
Vetiver? Se c'è è nascosto bene, come il pepe rosa, impercettibile.
Cisto labdano, madonna! Col microscopio ora lo vedo! Un nanogrammo che fa ciao ciao!
Questo è un escentric 2, un ambrox base stu*******mo.
Votiamo perchè una delusione così merita di chiudere presto il pezzo:
PREMESSA AL VOTO:
Francamente, mi hai rovinato l'ambroxan! Me l'hai pasticciata di puzze!
Se l'ambroxan da sola prendeva almeno 3/5,
a questa por****** pasticciata diamo invece: ZERO!
GEZA, verg******! 

After Midnight di The Different Company.


Piramide olfattiva, ingredienti chiave:
Note di Testa: Bergamotto, radice di Angelica, neroli.
Note di cuore: Iris, Lentisco, bianco gelsomino.
Note di base: Labdano, Benzoino, Ambra legno.
In verità però com'è?
Colonia economica, di tocchi leggerissimi probabilmente il suo problema è DI NUOVO la diluizione.
L'apertura è scarsamente agrumata, il neroli c'è ma è impercettibile quasi.
Lentisco immaginario, Iris omepatico, gelsomino invisibile.
Predominano l'ambroxan su tutto, e l'angelica, che persevera fino a due o tre ore ancora, poi il profumo lascia una scia chimica di ambroxan/cetalox
Colorante una moda che ritorna.
Non troviamo affatto belle queste boccette, con quei tappazzi... sembrano vecchi riduttori dell'alta tensione elettrica.
Voto: 2/5

Voyage d'Hermes. Con il dovuto rispetto... Jean-Claude, ma che ******!


A ritroso, procediamo perciò col recente eau de parfum.
Muschio dozzinale, spezie accartocciate al sole in posa indistinta, nota verde chimica sovrapposta a nota verde chimica.
Rosa di plastica.
Pattume per terra.
Ambroxan.
Risultato *******, persistenza modesta.
Voglia di lavare il braccio subito dopo lo spray, irrefrenabile.
Il suo predecessore 
aveva il dono di durare così poco da non rendersi percebile neppure.
Voyage è un viaggio depressivo tra legni improbabili e una natura di plastica.
E' il peggior profumo mai creato da Ellena.
La versione EDP potrebbe avere effetti sugli scarafaggi.
Potrebbe attirarli.
Il flacone è un oggetto ******* che incita all'intolleranza verso il peggior design.
Allibiti dallo sbaglio colossale di Hermes.
Voto: 0

Acqua di Gioia. Una tristezza devastante. IL TEST.


Sembrava un profumo estivo, no?
No. E' una *****! Dov'è la gioia in questa dozzinale accozzaglia di aromachemicals strizzap****? Ascellare come un deo feminile da occhi piccoli di bruciore citrico.
2010. Certo la pubblicità è stata notevole, ma quelle cartine sui giornali tradivano la sua "essenza"... il detersivo!
Somiglia a un meraviglioso profumo molto vecchio, che però lo supera in qualità:
RAMPAGE by RAMPAGE, questo:
2003!
Solo che Rampage gli piazza due ceffoni e ciao, è molto più felice come porfumazione "gioiosa".
Armani L'Oreal parla di gelsomino acquatico... v****... è Hedione, che gelsomini crescono mai nell'acqua? Zucchero giallo? Note assurde, questa roba fa ******, ecco l'abbiamo detto.
Armani è così un bel marchio, ma come si fa...
Sembra Light Blue rimaneggiato, un pessimo modello totalmente chimico e sgradevole, di ascelle femminili noiose e frivole.
Voto: ZERO, l'abbiamo detto fa ******!

Acqua di Gioia ESSENZA. SconvolTEST.


Cos'è questa *****!?
Acqua di Gioia è SBAGLIATO, non ha bisogno di versioni intense o essenziali, la pu*** è puzzolente, come dirlo in modo non volgare...
Fa schi +cognome di premio nobel italiano per la letteratura.
Per-Fa-Vo-Re... INTERROMPETE QUESTA ROBA!
Hey, ma una buona notizia c'è! Dura poco!
Fiuuuu, mai sentito in giro, eppure lo vendono.
OK, lo avete in casa, e ora ve ne vergognate.
Togliete il saluto a chi ve lo avesse regalato.
Vaschetta dell'ammorbidente: rompete il collo della boccetta con attenzione a non ferirvi e versate il liquidaccio profumoso.
Incredibile! E il profumo da bucato darà al bucato il suo odore di bucato!
VOTO: MENO DI ZERO, VOTO SIBERIANO!

Eau de Campagne Sisley, per le donne e gli uomini che vogliono odorare in modo anonimo e insignificante.


L'avrebbe creato Ellena nel 1974, errore di gioventù e riformulazione devastante.
Basilico vetiver nota foglia di pomodoro sinteticissima e innaturale, muschio di non si sa cosa e citronellolo, limonene e galbex, con geraniol molto effetto antizanzara.
Lasciarlo dov'è, non funziona.
Costa un botto tra l'altro perchè... non c'è un vero perchè, se la tirano e stop.
Voto: 1/5 (diciamo che Acqua di Gioia è peggio, almeno questo non fa piangere).

Eau d'Ikar Sisley, il nuovo profumo NATO VECCHIO, per gli uomini che accidentalmente lo comprassero.

TEST del 14 agosto 2012:
Sì sentiamo il mastice greco, o la sua ricostruzione, la sentiamo ma è un tocco leggerissimo, Prada ne usa una varietà più intensa e lo usa in modo più utile.
Sì sentiamo i semi di carota, rustici e quasi arborescenti.
Sì c'è una nota iris, ma santoddio che leggera! Giusto un naso sofisticatissimo affilato al diamante la potrebbe scovare nel bailamme anni '70-'80 della miscela.
Miscela che è del 2011, e non si vergogna nessuno pare...
E' nato vecchio, è un profumo rifatto alla maniera dei frescoloni di 40 anni fa.
Tra note chimiche di varia fantasia il juice deleterio viene inserito in un flacone orr**** di un polacco che avrebbe potuto continuare a la**** i vetri ai semafori che era meglio.
Voto viziato dalla nostra simpatia per il mastice greco: 
1,5/5
Ma simpatie di singole note a parte rimane un gran casino di profumo, infatti rimane là e solo le commesse scaltre riescono a rifilarlo a qualche cliente pirla, e di clienti pirla...
Ce n'è!

Gucci RUSH (donna).


Pesca, lacca per capelli, note calde e avvolgenti, note lattiginose.
Nell'insieme è troppo forte per l'estate, lo si sapeva, ma la prova valuta anche la longevità e l'evoluzione.
Fantastiche, siamo a livelli di attuali Eau de Parfum di classe, eppure si tratta di un EDT, piuttosto vecchio, con lo zampino di Tom Ford, etc.
Oggi immettere sul mercato un profumo così darebbe noia e l'idea dell'assenza di idee.
Ma questo è il capostipite di una generazione di fiori e frutti futuristi e di energie diffuse e concentrate.
Almairac firma una vera opera d'arte liquida.
Fuoco, o un Rush.
4/5 è il voto.
Diluitelo 10 volte e avrete una BIP di profumo stile Essence de Bois di Cartier (anzi per Essence de Bois di Cartier facciamo tranquillamente 50 volte)...

NEW: Encounter by Calvin Klein for men. Siamo davvero in piena crisi economica, por****** come piovessero.


Honorine Blanc e Pierre Negrin, due sconosciuti tizi di Firmenich sono gli irRESPONSABILI di questa colossale ****** di c***.

Profumo da crisi economica senza ritorno.
Diluizione di tutto. Sillage inesistente, durata scarsissima.
Somiglia a L'Instant di Guerlain dopo che lo si è lavato via con la doccia.
E' une ectoplasma di profumo, muschio, mandarino, tocco di oud firmenich diluito come se fosse vero oud (demenziale una simile tirchieria), pepe sintetico tipo Bang di Jacobs.
Davvero novità autunnale 2012 da incontenibile pianto a dirotto.
Com'è caduta in basso la profumeria!
Flacone s******, pessima imitazione tra Bang e M7, il designer si sp*** alla tempia!
Voto: ZERO
Non è un profumo, è una debole e insignificante acqua corpo (alcolica).

Aramis. E' un cuoiato, non chiedetegli torte al caramello!


Note di testa: Artemisia, bergamotto, cannella, gardenia;
Note di cuore: pelargonium, patchouli, vetiver, legno di sandalo;
Note di fondo: cuoio, muschio di quercia, ambra.
Bel lavoro di Bernard Chant, dal 1966 vendite senza limiti.
Certo oggi è un profumo spiazzante, vabbè siete abituati ormai talmente male...

Il mughetto dove lo metto? Da Diorissimo a Jasminora. Tonfi o trionfi creativi?

Diorissimo è davvero un profumo magico?
Christian Dior adorava i mughetti, e anche i ragazzi sui 20 (e due per volta pare...), ma questo è un altro discorso...

Diorissimo è una faticata di prove fino alla versione definitiva del 1956 di Edmond Roudnitska.
La versione definitiva è del 56 ma Roudnitska in verità copiò allegramente.
Nella piramide ormai ci sono note chimiche in sovrannumero, riformulato come si deve ma con assenza totale di vero zibetto purtroppo...
Sì contiene molto indolo, infatti teme la luce diretta, a noi è servito un esperimento di due mesi al sole, l'indolo lo ha reso rossastro, profumo ancora buonissimo ma non più clear.
Ok, a parte i dispetti, non scherziamo: è un profumo che ha dei meriti.
Pare Lady Diana lo amasse molto (non è dimostrato), non lo dubitiamo, è un mughetto dignitoso, con note lillà.
Sulla pelle eccezionalmente non sono muschi nè ambre ma zibetto sintetico e legno di sandalo, è molto sensuale in effetti come dice chi poco sa ma cerca effetto speciale nel finale... "molto ben costruito".
Voto: 2,5-3/5
La nota che fece impazzire Edmond Roudnitska con le tante prove portate a Monsieur Dior, la nota mughetto in Diorissimo è un traguardo, il fiore imprendibile era finalmente nel flacone! Da allora è apparso in moltitudini di composizioni anche maschili, verde e celeste quasi di paradisiaco biancore, fior di campanelle. PALLE.
E' sorprendente la versione che ne dà Guerlain, nelle loro composizioni JP Guerlain e oggi Wasser, indugiano sulle potenzialità di raccordo tra le note fiorite della ricostruzione del "giglio della valle", il mughetto.

E' il superbo caso di Jasminora Guerlain, un profumo al gelsomino calabrese, un profumo delizioso (a cui vanno i massimi voti), dove la nuova guerlinade wasseriana muschiata sostiene e sospinge verso incredibili altezze l'originale gelsomino italico naturale con ricostruzioni di fresia e di mughetto, senza niente di indolico questa volta, ma con la stessa incredibile voglia di rubare alla magia della rugiada di maggio lo scampanellio del fiore portafortuna, per rendere le composizioni fiorite più vibranti di realismo e di vita.

Joop! Homme Wild. Locandina nuova stu****, l'abbiamo rattoppata con quella vecchia...


Il modello aveva una faccia da multa per eccesso di velocità (con ritiro della patente) e allora abbiamo provato a correggerla col precedente, non che sia tanto più figo ma almeno non sembra uno spaventato defi******...
Ah sì è il nuovo Joop! e non c'entra niente col suo illustre progenitore.
(E' in definitiva un figlio di zo**ola).
Joop! fu venduto a Lancaster...
Poi a Coty...
Oggi Coty fa quel ***** che gli pare, e lo fa col ****, come si vede.
E poi danno del bas***** a LVMH...

He Wood, Ocean Wet Wood, Rocky Mountain Wood. Trilogia della st*******.


I tre profumi da uomo che presentiamo sono stati faticosamente riesaminati, hanno una discreta diffusione, si smerciano nei negozietti Acqua e Sapone tra detersivi e shampoo, meritavano forse di meno, ma abbiamo deciso per un post tutto loro.
Potion di Dsquared2 è altro pianeta. L'UNICO profumo Dsquared2 valido, anzi molto buono, tra tutti quelli prodotti sino ad oggi dallo stesso marchio.
Francamente noi sconsigliamo tutti questi Dsquared nelle case in legno, roba da bricolage dei poveri, di idee e materiali, è por******!

He Wood. 2007.
Packaging che non riusciamo a digerire, insopportabile, st***** riassemblaggio di legnetti e vetrini stile Ikea.
Profumo: isomethyl ionone e legno di cedro, un Fahrenheit dei poveri, un profumo per uomini che piace solo ad alcuni uomini. Un disastro, inspiegabilmente oggetto di "regalaggio" e riciclaggio di regali.
VOTO: 1/5
Ocean Wet Wood, 2010.
E' He Wood con solito stracazzo di isomethyl ionone e legno di cedro più calone.
Cambio di colorante dentro e fuori e alè patacca servita.
******.
VOTO: 1/5
Rocky Mountain Wood.
He Wood al pepe di stra*azz'...
Superca**olaprematuratastraca**o di isomethyl ionone e legno di cedro con...
PEPE!
Profumo per decerebrati.
Voto da sfinimento, prossimo allo ZERO.

L'Homme Yves Saint Laurent per gli uomini.


Agrumi di bella naturalità, spezie di aspetto confortevole e legni e vetiver di spiccata brillantezza.
E' un profumo fresco, dorato di spezie dall'aspetto naturale e complessivamente di qualità raffinata.
Mite ed educato, ottimo da ufficio.
Non passerà alla storia per originalità ma è bello.
Voto: 2,5/5

La Nuit de l'Homme Yves Saint Laurent per gli uomini. NUOVO TEST, AGOSTO 2012.


Meno fresco de L'Homme, la Nuit è troppo carico di cardamomo e cumino, ricorda una camera da letto dove le lenzuola sono sì profumate ma si è mangiato curry allegramente, insomma è una fetecchia sudata.
Appare saponoso, irritante alla gola.
Voto: ZERO.

L'Homme Libre Yves Saint Laurent per gli uomini.


2011:
Cool Water dei poveri, non indicato tra le note il calone o lo scentenal ma l'ozonato c'è, ed è davvero pessimo, dà l'idea dei bagno-doccia fresh Badedas.
Pepe rosa, basilico, vetiver e patchouli.
L'unica cosa che lo salva è l'iso e super/cedramber.
Povero, trito e ritrito.
Non ha senso.
Voto: 0-1/5

La Nuit de l'Homme Cologne FROZEN Yves Saint Laurent per gli uomini, la CRISI ECONOMICA COLPISCE YSL, e l'affonda.


2012.
E' una colonietta insignificante dal sillage al muschio sintetico.
Diluizione omeopatica de La Nuit con rafforzo di chimico cashmeran, dosato con grande economia.
Nell'insieme è davvero un autentico profumo del 2012.
Povero, al risparmio in tutto, dal flacone alle idee ai materiali.
St*****, come la gente che lo compra.
Trend prossimo al punto di rottura.
Fra poco venderanno alcool puro denaturato!
VOTO: ZERO, E SCANDALO!

SERVE DEL DETERSIVO DA CAMPO PROFUGHI? HEY! Reminiscence ce l'ha in versione spray!


Ormai di detersivi ce ne sono un'infinità, ci sono persino i detersivi bon-bon alla Narciso Rodriguez, lusso in lavatrice.
Non è il caso di Jammin' Vibration, che dei detersivi è davvero il peggiore, quello che ne dal discount è passato ai prati del circondario come diserbante, o ai campi profughi come aiuto speciale CEE.
Maurice Roucel e Lucas Sieuzac dovrebbero essere ficcati nel let*** a testa in giù per questa porc*****.
Reminiscence ha anche robetta gradevole, ma questo è il precipizio, brucia il naso, sa di sali da bagno sì, ma per cannibali.
La piramide chimica di questo "profumo" è stu****, non ha niente di realistico, e sappiamo tutti che Fragrantica è retta da gente sfon**** nel retto, ma che c****, senso critico!
Quando abbiamo deciso di provarlo da Sephora abbiamo usato parole come detersivo, napalm, diluente per vernici e muschi vecchi come il cucco, e altre parole molto volgari.
Abbiamo anche riso, e in effetti il tutto è in confezione così defi******, è o non è l'oblò di una lavatrice stilizzato?
Reminiscence ha del minimale patchouli, ma questa ***** deve interromperla subito, è squalificante.
Nemmeno la Maria Scassalcazza (Profumiera o Bomboniera) riuscirebbe in tanta demenz****nicchiosità minchiosità!
VOTO? Ma che scherziamo? ZERO e sotto.
PS
Maurice Roucel, siamo sconvolti, è il profumiere più strampalato del mondo, per ogni profumo ben fatto semina in giro c***** pazzesche, ha fatto guai anche da Guerlain! E pure da Malle, vabbè Frederic Malle sa solo battere gli scontrini alla cassa, si fa presto...
No no, Frederic Malle scrive anche i bigliettini di ringraziamento, Grazie di aver comprato un mio profumo... Caro, fai così tristezza (ha il complesso di non essere Lutens) che ti compreremmo tutta la bottega! E ridi ogni tanto!
Spruzzati un poco di Jammin' Vibration, e poi mi raccomando: risciacquo e centrifuga!


Angelfire/Jicky 2.0

mercoledì 22 agosto 2012

"CORSI" DI PROFUMERIA IN ITALIA? INCONTRI "CULTURALI" SENZA CULTURA? BASTA!


Ci scrivono molte persone che hanno "subìto" corsi o incontri "culturali" (SIC!) di profumeria tenuti da perfetti balbuzienti della profumeria, o da tronfi blogger senza nessuna preparazione che vada oltre le parole crociate facilitate...
BASTA!
Vi ripetiamo, smettetela di andare a farvi fottere da questi ignoranti *********** che senza alcuna seria preparazione generale (universitaria) e senza nessuna competenza nel campo dei profumi (scrivere un blog di ruffianerie pieno di errori e di orrori e fotografie alle fiere non è competenza è scemenza), perseverano nell'offrire INUTILI o confusionari corsi a voi poveretti.
Fracassare gli zebedei con un bla bla bla da una pagina di Wikipedia letta male (dove magari la voce l'abbiamo scritta per almeno metà noi 4 anni fa...) su un Chypre de Coty o un Fougère Royale, è stupido, e INUTILE.
Basta una micro-fotocopia per riassumere il tutto!
GENTE: SMETTETE DI BUTTARE I VOSTRI SOLDI!

Quello che sanno questi ciarlatani è contenuto in pochissimi libri nessuno dei quali italiano (non certo in quelli scritti da loro col normografo e per grazia ricevuta), se siete mediamente scolarizzati potrete con un accesso a internet e pochi euro non solo comperare dei buoni libri ma imparare in modo definitivo molte più cose di quelli che quella gentucola vorrebbe "insegnarvi" dietro esagerati compensi (ma sconsigliamo anche quelli gratuiti perchè nascondono altri imbrogli raffinatissimi, ve ne parleremo in futuro).
Chi vi molesta con le STRONZATE su Chypre, Fougere, Orientali, e sulla STRAC***O di piramide e sulla favola di note di testa, di cuore e di fondo, andrebbe impalato tra i corvi.
Sono dei furbacchioni, che nascondono dietro st*****te la loro ignoranza complessiva.
E LO DICIAMO ANCHE A VOI CO****NI DI BLOGGER BACIAPILE: ANDATE A LAVORARE ONESTAMENTE! A POMODORI! MAGARI NEI CAMPI DEL MERIDIONE D'ITALIA! 
SMETTETELA DI PERCEPIRE, TRA LE ALTRE COSE SPESSO IN NERO, SOLDI, PER ESIBIRE LA VOSTRA INCOMPETENZA DAI MODI RUFFIANI!
ABBIATE RISPETTO PER LA GENTE, E IMPARATE AD ESSERE ONESTI CON VOI STESSI (se hai studiacchiato giurisprudenza al Cepu, o a Canicattì, lascia perdere Brunelleschi, BESTIA)!
E' possibile che qualcuno di capace e di utilmente impegnato in corsi di profumeria in Italia esista, E' POSSIBILE, ma a noi questa gente di merito risulta sconosciuta, noi conosciamo solo gente che tiene corsi del nulla a gente confusa che per sorbirsi la pappa fatta corre a sorbirsi dei minestroni lassativi.
Questo sono i corsi ai quali ci riferiamo e dai quali provengono i tanti di voi che ci pongono i quesiti pià vari, e ai quali rispondiamo sempre, senza nulla chiedere in cambio, a noi non serve nemmeno un "grazie".
Vogliamo misuriate da questo anche la DISTANZA tra l'ONESTA' e la VERA PASSIONE e la competenza e L'INGANNO.
Abbiamo iniziato a scrivere di profumi proprio perchè eravamo stufi di leggere i blog italiani di settore scritti da vario materiale umano più o meno pietosamente dedito alla cialtroneria, all'imbroglio e al doppio fine.
OK, qualcuno che qualcosa di buono lo sa dire c'è, per esempio...
Sentite, vogliamo essere sinceri?
Ecco, siamo sinceri.
Voi avete votato Noi come il migliore e il più UTILE e competente blog di profumeria in Italia.
La verità è che NON siamo noi ad essere belli, SONO LORO che sono BRUTTI!
Poi c'è qualche profumiere che vi deve spiegare col braille come si mescolano lavanda e limone, ma scusate; voi a casa lo zucchero nel latte ve lo fate mescolare dalla badante??

PS
Se vi dicono di aver seguito un corso dal vivo (o per corrispondenza) che ne so all'ISIPCA, voi rispondete con le parole di un celebre profumiere francese circa l'ISIPCA appunto: "...est bon à rien"! INSOMMA, ci si puliscano il c***!

Dior Fahrenheit 32, stessa pena in ogni stagione...


2007.
Fahrenheit penoso, fiorito e leggermente vanigliato.
Vicino all'incenso e all'esperimento di Fleur du Male di JPG.
Non ne raggiunge originalità e morbidezza, rimane asfittico e sintetico.
Uno dei peggiori Dior di sempre, insieme ai due Higher, profumi davvero banali e senza un perchè, sugli scaffali per i regali della cresima e la polvere.
Roba da interrompere. Grazie.
Voto: 1-2/5

sabato 18 agosto 2012

DARK BLOOD, FINISHED AFTER 19 years the movie WITH RIVER PHOENIX. A SHOT TO THE HEART: He was the GRACE.









No doubts: 
It's the only movie of 2012
that is worth the ticket price!


James Franco talks about River Phoenix.


Loverdose Diesel for women.

2011.
Forse il migliore Diesel mai rilasciato,
tuttavia rimane un profumo già sentito.
Lempicka vari.
Guerlain (Petite Robe Noire, che è del 2009 e nettamente di più elevata qualità).
La nota liquirizia è bella, , il gelsomino sintetico è morbido e l'ambrox è addolcito da vanillina giustapposta.
Forte presenza di Ehtylmaltolo.

Voto: 2,5/5

giovedì 16 agosto 2012

Hyraceum a Lecce? E il fornitore sudafricano se la RIDE.


Recentemente dialogavamo con un nostro sodale, fornitore di materiale vario, sudafricano, in sintesi: "Hey, ma lo sai che un tizio di Lecce voleva un sacco di Hyraceum e quel che abbiamo trovato glielo abbiamo mandato"?
E aggiunge "OK, voi siete al Nord, ma Lecce? Scusate se ridiamo cosa diavolo c'entra Lecce con la profumeria"?
Poi abbiamo capito chi fa cosa e ci siamo messi a ridere.
Adesso a vendere profumi "naturali" ci sono due *****!
Non bastava uno *******, ora ce ne sono due. Solo che il puglia dubitiamo persino sappia cos'è una partita iva...
Mettici le micosi, le CANDIDOSI, i corsi in cui si dà sfoggio della propria dabbenaggine e hai il quadro deprimente, della profumeria naturale in Italia.
In mano a gente così, la profumeria naturale è una palla di piombo.
Meglio che simile teatro finisca, perchè è una palla (non è reale) e perchè è di piombo (è inutilmente pesante).
Non comprate 

ambra grigia,
 zibetto,
 hyraceum,
 o castoreum

 senza prima aver contattato il vostro difensore civico

 JICKY:
private mail: guerlinade@libero.it

E ricordatevi che lo SNOB NICCHIOSO, come lo STRONZO, puzza dalla testa...
...e qualunque cosa faccia un cretino, è sempre una cretinata.



LEGGETE:

JICKY, Truth, Fragrances & Lies, 

giudicato dai lettori di Jicky 2.0, il migliore ed il più utile, onesto e competente Blog di profumeria in Italia!


                                            CLICCA QUI:

 J I C K Y



J I C K Y

TRUTH, FRAGRANCES & LIES.



mercoledì 8 agosto 2012

Eau de Cartier ESSENCE DE BOIS. INVISIBILE!


Quando abbiamo letto la piramide siamo scoppiati a ridere!
Questa roba è alcool e acqua. Incidentalmente contiene qualche aromachemical.
Yuzu? 
AH AH AH AH AH!
Con quello che costa?
Cosa ci avete messo la 30ch omeopatica?
ma tenetevi forte...
Conterrebbe una nota...
OUD... OUCH!
Pugno in faccia!
AH AH AH AH AH AH!
MA CHE ***** DI OUD E OUD!?
NEMMENO L'ANIMA DE LI MORTACCI DEL BLEND FIR!
ZERO!
Sa di agruminetto, muschi ma pochi pochi pochi.
ambra allo 0,0000000000001 %
E' ********.
Dura niente, sparisce ancora prima di spruzzarlo.
Consolazione, il flacone è di vetro e si può usare il 100 ml come fermaporte.

VOTO?
Ma scherziamo?
Questa roba non si vota, si butta direttamente.
Compratevi l'alcool puro e pigiateci dentro una scorza di limone, e alè.
Cartier... che figura di *****!


martedì 7 agosto 2012

Virgilio Diptyque

1990.

Virgilio Diptyque  è responsabilità di Serge Kaloguine (che come profumiere è un totale **********, pensiamo alle altre sue colpe)
che l'ha creato, anche se allora ogni deiez**** ****ale è "creazione".
Cumino e legno di cedro non sono un profumo, sono una sgradevole *********.
Basilico poi vuol dire che vuoi farti del male.
Note chimiche boisée messe giù a ***** significano che cerchi la fustigazione!
Conosciamo persone che riferiscono mal di gola dopo averlo indossato.
Noi non crediamo sia opprimente fino a questo punto, ma di sicuro questa ********* è l'exemplum della demezialità che attraversa come filigrana la cosiddetta profumeria di minchia nicchia.
Cercare profumi magari facilissimi, magari stupidi (cosa c'entra Virgilio? ma chiamalo ********!), tanto per sentirsi originali. Essere s*u*i*i è un modo di essere originali, in un certo senso chi va a nicchie trova la sua di sicuro.



                                                                           VOTO: 
                                                            NON CLASSIFICABILE, 
                                                   VOGLIAMO I SOLDI INDIETRO!


L de Lubin. Vintage.




L de Lubin è del 1974. Il nostro vintage è un fiori bianchi polverosi e aldeidati, somiglia a moltissimi profumi anni '70 e '80 femminili, forse appare a spanne un Gocce di Napoleon meno caustico, meno chimico.
E' di certo molto intenso, nulla a che vedere con le versioni light attuali, riformulato nel 2008 oggi appare una leggerissima eau de bidèt.

                                                                    Voto:  2/5

Chanel Pour Monsiuer. Vintage. Sealed.



Notare la differenza di questo nostro pezzo d'epoca perfetto, un primissimo esemplare di Chanel Pour Monsieur (versione accompagnata da pompetta spray) da quella in commercio attualmente.
Il colore è qui di un giallo luminoso, e la confezione era rimasta decenni nella scatola...
Nella versione odierna il juice è filo d'erba, verdino.
Qui, spiccano note agrumate polverose come di fiori d'arancio in overdose, e netto, piacevolissimo, muschio di quercia, e non VERAMOSS...
OK, Chanel usa ancora muschio quasi quercino... 
Ma la maggior parte dei nuovi profumi sono evernyl/veramoss.
Molto concentrato, l'eau de cologne 40 anni fa non era la colonia di oggi.
Facile verificarlo analizzando le moltissime colonie antiche ancora ben conservate.
Ingredienti differenti.
Somiglia al Cravache di Piguet Vintage,
o dovremmo dire il contrario?