...CONTENTI?

venerdì 31 ottobre 2014

L`Occitane en Provence. Cerisier Rouge Eau Intense...

2014, Karine Dubreil
(che se in tutta la sua vita ha fatto due profumi buoni, le sono venuti bene per sbaglio)...
Costruito nel tentativo di stare sulla Petite Robe Noir, base cassis, eliotropina replacer con note benziliche, vanilline, muschi di sintesi e citriche note. Un pessima imitazione di profumi già visti, che niente ha a che vedere con i fiori di ciliegio. Questa gente parlotta come se le piante fossero il loro pane quotidiano, ma quando vai alla sostanza delle cose, ti accorgi che è tutto marketing, ma marketing fesso anche...
Questa m. rossa dura anche poco, cosa si può volere di più? Immondo.
Karine Dubreil ha lavorato per Guerlain anni fa, ed evidentemente vuol farci vedere quanto è brava...
E ci ha fatto vedere infatti cosa sa fare con le speciali risorse de l'Ouch-i-tan-en-tavor-enz, e quanto vale quello che in media fa... 

Rating: ZERO.
___________________________


Profumeria e poi... tocca di faticare anche per Halloween:


"Halloween Makeup", 2014. Jicky 2.0

Bandiera bianca per Emblem di Montblanc :(

2014
Montblanc ha realizzato le penne più belle e strafighe del mondo, perché il suo marchio oggi deve essere associato a profumi di seconda categoria già esistenti o a doccia-schiuma sportivi?
Pietosa ca****, superati i pallidi tentativi di salvia, di fogli di violetta, pasticci della chimica e distorsioni nei sistemi di calcolo informatico che elaborano questa roba veloce e senz'anima, si giunge alle note di fondo cosiddette che in nulla stupiscono i nostri nasi perché mainstream o nicchia SONO SEMPRE LE STESSE di questi tempi... Ambrox, ambrofix, ma soprattutto ambrocenide, pestilenziale, persistente.
Preferiamo una maglietta da lavare addosso, 
che spruzzare sui nostri corpi questi esemplari di pietosa contemporaneità!

Rating: ZERO

Aramesh MariaLux, per una baggianata in più, tanto nelle profumerie di mi***** c'è posto...

Mensole estraibili deformate dal peso, strapiene. Scatoloni di profumi da restituire... col grossista che passa e ogni volta inventa una scusa per non riprenderseli, la profumeria di ***chia scoppia di novità, una più st**** dell'altra...
2014, pinco pallino.
Un brutto sinteticone, floreale legnoso "speziato" dolce.  Di media persistenza, attribuito alla compàgnia di Gualtieri... boh, sarà una roba di convenienza fiscale... 
E' tutta fiction, chi faceva Nasomatto, fa Orto Parisi, fa Ava Lux, negli stessi posti, non certo ad Amsterdam, con o senza Gualtieri...
60 ml (unico formato)... di dispiacere :(
Flacone e tappo stracheap, roba da due euro a stare larghi...
Sopportare l'addetta alla vendita, che recita la poesia a memoria, su questa roba così st*****, è avvilente e terribilmente irritante... 


Da amanti della VERA BUONA PROFUMERIA, usciamo da questo genere di "esperienze", ingoiando Maloox... Non diciamo altro...

Rating: ZERO

E per la serie, "le disavventure non finiscono mai":

Gigi Bagigi, Orto Parisi, Heather Parisi...


giovedì 30 ottobre 2014

NEW: Montale, Intense Pepper...

2014, solito appalto esterno.
Pepperwood anche qua? Si stimano anche? Sinteticone con tocco di pepe rosato, Ambrox note citriche solito oud sintetico e nel fondo disagio da pirazine. Intenso in apertura, perde rapidamente forza con il passare delle ore. Una montalata, Calano le vendite ed il flusso di supposte rallenta ma non si arresta... Serve pazienza, è roba che passa e si dimentica rapidamente. 
Di cosa stavamo argomentando qui? 
Vedete, già dimenticato...

Rating: ZERO!

NEW: L`orpheline, Serge Lutens

2014, Givaudan
Lutens... Noi diciamo Lutens quando parliamo di un profumo Lutens, ma... è Lutens che decide?
Dov'è Lutens? A Parigi? No, è in Marocco... 
E quindi? Shiseido.

L'orpheline (l'orfanella) è una cosa... un dispetto, un cartellino timbrato, di un gruppo creativo assente anche quando è presente.
Sa di muschi in alto e in basso. vaga idea di incenso.
Pulito e saponato, ricorda creme corpo, biancheria lavata.
Cose che ci lasciano intendere... che l'orfanella sia accudita da persone che, almeno all'igiene della disgraziata, ci tengono...

Rating: ZERO

"Tengo esto en mis manos", 2014. Jicky 2.0


Bayswater, Boadicea the Victorious.

2013, Intertrade Europe
Fateci uscire da quiii! Oud Fir spostato su Guajacol. Rosa che tocca un benzoino olifuck (aaa?). Baffetto di suederal. Coriandolo. Brontolo, Cucciolo, Dotto, Eolo, Mongolo, Mammolo, e (map)Pisolo... Il SOLITO Oud Rosa, in Montale Style, DUE P**** COSI'! VAF********!

Rating: ZERO

Longevità e sillage? Sfortunatamente di molte ore...

NUOVO: Clive Christian L for Men...

2014, (?)
Una volta era Intertrade Europe, ora è distribuito da Calé. 
Se non è zuppa è pan bagnato insomma.
C'è molto Fir 236 in questo profumo, il replacer legnoso speziato boschivo. Ambroxan. Oud Firmenich più sì che no. Pompelmo. Vetiver. Petitgrain.
E' gradevole, un legnoso pepato (pepperwood g.) alla Bang di Jacobs.
Ricorda molti maschili anni '80. Simili a questo. Buoni quanto e più di questo. 
Un problema... Il prezzo. Pagare 250-280 euro 50 ml di questo brand invent-nato nel 2000 è... come dire... un poco assurdo...
Con meno soldi ti compri vintage simili molto più pregiati, molto più "spendibili" universalmente...
Provate a rivendere dopo due anni un Clive Christian su Ebay... a metà prezzo rimane là, finché scendete... ancora e ancora... 
Amatissimi... è la nicchia! E' un discorso generale. Nei negozi di nicchia il cliente si pone in una condizione masochistica... Tu la paghi e lei ti picchia.
Comunque alla fine dei conti il profumo è non buono ma discreto. E' roba che dovrebbe costare 100 euro, non c'è niente di esclusivo al nostro naso qui dentro, la composizione sembra la solita roba che esce dal cilindro di Quest Int. Boh, lo faranno fare là, ai robot... Poi ci creedinano su re e regine, e gli allocchi abboccano, come dire, aum aum... ah ah ah. Psss...

Rating: 2/5

mercoledì 29 ottobre 2014

Karl Lagerfeld for Her (per donne s-vamp-ite).

2014
Un aspro sinteticone floreale in Avon (o Yves Rocher) Style, very cheap.
Classico schema MF AF LF e sopra i fiori di plastica e quel tocco acido che viene scambiato per frizzante/fresco.
Pietosa esecuzione, almeno fosse stata una ghigliottina a metà mattinata, portavamo i pop corn, le seggioline pieghevoli, ci facevamo quattro risate...
E invece... niente!

Rating: ZERO-1/5

Adone, Re Profumo (?)

2014, Intertrade Europe.
Esordio agrumato pianura su base "ambre 83". Precipitazioni sparse di materiale pirolizzato. Un profumo che avrà un futuro, nei paesi dell'est... 
Lo scrivente ha una mouillette di controllo e potrebbe integrare le brevi notazioni con commenti aggiuntivi, ma ha anche la cena nel tostapane, e altri e attende rinforzi per una migliore e più esaustiva review. Il pezzo può finire così. 

Rating: ?

__________________________________

FUORI ONDA:

Ma porca la putta*** mi tocca scaldare con le ***dele di Dyptique adesso? E le sottilette sono finite! Ma siamo fuori? Tutt* a me * ****ri ****chi? Ma sono imm**** e pure *****oge**! Ma an**** a **re ** **** (microfono aperto).

Superuomo, Re Profumo (?)

2014, Intertrade Europe.
_Bambini salutate il nuovo arrivato!
_(ciaaao)!
_Come ti chiami?
_Superuomo... 
_(estic****)... 

Agrumato (lime, mandarino verde)...
Cardamomo...
Aurantiol, muschi e vetiver...

Memoria che corre a Byblos Uomo (1993). Superuomo è secco, dallo sviluppo lineare, di forte ancoraggio. Ma... Il nome di questo nuovo brand non sarà troppo impegnativo? Byredo è nato in Svezia? Questo profumo è nato a Venezia? Il primo allunaggio di un essere umano in che anno avvenne? 
Quando le domande sono troppe, si va fuori di test, si fa fuori di post...
Amabile pubblico, alè...


Rating: ?




lunedì 27 ottobre 2014

Dior Homme (Parfum) et tous les autres...

  
Nei "Dior Homme" di Iris Assoluta ce n'è, ma siamo sullo 0,25% (EDT) dati GC alla mano. L'effetto complessivo iridato è una opera di ricostruzione della cosa naturale con materiali sintetici.
E' quello che accade anche nella nicchia, l'iris senza iris non è una barzellettina, è una realtà ormai molto vecchia...
Iris nitrile forse o iris aldeide? Di certo orivone, iononi (metil ionone) e cumarine (vanillinate). 
L'effetto "rossetto" è ormai chiaro e comprensibile per noi, ma la formuletta di tre ingredienti non la daremo, è una di quelle scoperte divertenti che non è rispettoso verso la nostra fatica gettare così, come ghiaia distratta... Dior Homme Parfum non funziona. Dior sta lanciando edizioni diversi Parfum (Miss Dior, Fahrenheit, Hypnotic Poison, Dior Homme), ma c'è un MA.
Alcuni profumi, questo va compreso... Alcuni profumi non funzionano se la percentuale di fragranza supera una certa soglia... Non tutti i materiali funzionano "sempre"... Ad una certa concentrazione il materiale X dà piacere, svolge in una composizione una funzione. Ad una concentrazione superiore lo stesso materiale può creare una serie di fastidi. Problemi estetici ma anche edonici.
Dior Homme Parfum gratta. Graffia, si attacca ai recettori nel naso dando fastidio. E' una chimica analfabetica, una imperizia del profumiere. Questo genere di errori è più frequente nella profumeria di nicchia, che come sappiamo di nicchia non ha che il nome che da sola si dà, e che nell'errore del sovradosaggio sguazza con la maestria degli incapaci più totali addetti alla creazione del profumo e alla sua immissione in commercio. Dopo in-opportuna opera di costruzione di castelli di... di castelli di palle... Meriti inventati, pretese artistiche tragicomiche, dorature eleganti a bordo latrina, etc.
Il sovradosaggio di ambre e muschi sintetici (qui tra i nuovi ma peggiori dei vecchi) e di componenti della nota iris-violette, spinge questo Parfum nelle nari sì che (sicché) la sua decodifica, tra punti e linee, disegna nel nostro cervello forme dagli spigoli gravi, irte di polveri di vetro. 
E' come se Dior Homme Intense (specialmente da riformulato) fosse un limite invalicabile. Uno di noi ha detto è l'orivone che è entrato in forza nella riformulazione 2011 supportando sia iris che nota pera in luogo della precedente. Peut etre...
DHP non funziona. Molto più saggio scegliere la versione Intense (DHI).

Rating: 1-2/5


 J20: Dior Homme Day, gusti e disgusti, tutti i link: 



Una grande fragranza (in produzione) al maschile? Dior Homme. Post vecchio Blog (2011).


..."(Perché Jicky 2.0 mi piace)? Perché è troppo figo"!

Dior Homme EAU FOR MEN! IN TERRIBILE ANTEPRIMA.




domenica 26 ottobre 2014

Alexandros, Re Profumo (?)

2014, Intertrade Europe.
E' questa la storia di una variazione 
sul tema di Le Male (1995).

Senso/significato. Qualità. Originalità. Progetto. Target. Aspettativa di vita.

  • In 
  • cerca 
  • di 
  • un 
  • giudizio 
  • di 
  • merito 
  • complessivo 
  • impossibile 
  • trovarsi 
  • sopra 
  • lo
  • orizzontale...

Rating: ?

"Re Profumo, Venezia" è un marchio che va interpretato, 
qual è il destinatario di questo progetto?

Ci sono le intenzioni di ricorrere a valori di interlocuzione come: 
Venezia, Stemma Nobiliare, Alessandro il Macedone...
Se il Re non ce lo trovi, cercalo. 

Gli è che codesto post è tutto da rifare...

sabato 25 ottobre 2014

Apertura VIP alla Fondazione LV. Apertura al pubblico il 27 X.

http://www.fondationlouisvuitton.fr/

Bois de Boulogne 75116 Paris

Et voilà, le parfum (de la comète) de (selon) Rosine (a)... Ovvero, ecco di cosa puzza la cometa 67P / Churyumov-Gerasimenko:



Data la sua distanza dalla Terra, sembra inverosimile avere un'idea circa l'odore della cometa 67P / Churyumov-Gerasimenko, la cometa bersaglio della missione Rosetta...

Ma la sonda Rosetta dell'Agenzia Spaziale Europea non è solo dotato di prendere le immagini. Ha anche uno strumento a bordo che può aiutarci a capire il suo "odore".
Et voilà, le parfum (de la comète) de (selon) Rosine (a).
Rosetta ha un dispositivo chiamato ROSINA (Rosetta Orbiter Sensor for Ion and Neutral Analysis), uno spettrometro di massa in grado di analizzare l'allure della chioma gassosa che avvolge la cometa 67P / CG nel suo avvicinarsi al sole (è a 400 milioni di KM dal sole e si sta cominciando a "scongelare").
Ci si aspettava solo un generico combo di monossido di carbonio e anidride carbonica e invece...
Il "profumo" della cometa è intenso per la presenza di idrogeno solforato che emana odore di uova marce. Complessivamente la cometa odora di alcool (metanolo), aceto (biossido di zolfo), nota aromatica (solfuro di carbonio), ammoniaca e formaldeide, con tocco di mandorla amara (per la presenza di acido cianidrico)...
L'ESA ha detto che un'analisi controllata di questo tipo aiuterà gli scienziati a determinare la composizione della cometa.
La missione Rosetta è stata lanciata in orbita intorno 67P / CG, e il mese prossimo 12 novembre) il lander Philaer dovrebbe atterrare sulla sua superficie.


L'ESA ha chiesto al Blog Jicky 2.0 di riprodurre il profumo della cometa, ma abbiamo risposto picche... perché siamo impegnati con la Regina Elisabetta, la vecchia non trova una rosa decente tra i profumi in commercio...

venerdì 24 ottobre 2014

Monotheme, Apotheose de rose... apoteos' de che?

un anno vale l'altro...

Monotheme fa profumini con flacone carino in vetro e tappo di plastica, ensemble che... tanto peggio dei Penhaligon's non è...
Goccia di dorinia firmenich su galaxolittle (le petit galaxolide).
Peccato che siano TUTTI questi cosi... diluitissimi, assemblati in semplicità e MONO-TONIA...
E' anche vero però! Che costano 10 euro l'uno!
A volte girano a € 6,99 con lo sconto primavera, pasqua, ferragosto, natale, e che do bàle.

Serve il Rating? Avete la TESSERA?
Niente TESSERA niente RATING!

Indovina il RATING! 
A quella temperatura... l'acqua gela anche a Gela!

PFFFFFFFF... Oè ma non zi buzz?

Guerlain. Eau de Lingerie.



Daisy Daisy Monotheme Women...

2013
Mughettata idrossicitronellalica, santaliff cashmeran galaxolide (senza virgole), note hexenoliche, ricostruzione floreale confusa, non gelsomino. Idea di gardenia, con hedione come volumizzante. Tutto molto diluito.
E' una cosa che parla, ma senza corde vocali, insomma non dice niente.
Questi Monotheme non sono tanto distanti dai profumetti de l'Artisan, sono però molto più diluiti, cioè la % di frag. è molto più bassa. Monotheme, se mai ce ne fosse il bisogno, ti dimostra che "Bernarl Dolcialcul" ubiquitario (ir-responsabile di una messe di profumetti uno più insulso dell'altro), come dire... Semplicemente non esiste.
Tornando al nostro Monotheme, per il prezzo "prendi e porta a casa", meriterebbe comunque 1 stella; ma se puntiamo alla sostanza (e non ce n'è)... il rating non può essere diverso da quel che si esprime sprofondando nel disinteresse.

Rating: ZERO

la-la-la-la-la-la-la-la-la-la-la-la-la-la (...)

giovedì 23 ottobre 2014

Guerlain. Eau de Lingerie.

2013, ?
Eau de Lingerie è un profumo per la biancheria (wait, non è uno scherzo), quella non lavata o quella non ancora paga dei profumi normalmente presenti nei detersivi? Guerlain aveva bisogno di questo optional, ora ce l'ha, qualcuno sarà contento...
Alla fine dei conti, questo è un profumo come gli altri, tale appare. Un muschiato vanillinato (sennò che Guerlain è?), con accenni floreali e legnosi.
Un Idylle light remixato.
E' gradevole, più di tanti profumi (Guerlain e non Guerlain), correntemente in produzione.
Costa poco.

Rating: 1-2/5



Guerlain. Muguet (2014) Atto II.


2014.
Non ci eravamo accorti che fosse così latto-polveroso nel drydown.
E che dire del tocco di pseudo-helional?
Un mughetto recuperato in zona cesarini? We're working again...

 




mercoledì 22 ottobre 2014

Dquared2 WILD, quando addominali scolpiti, nudo e sadomaso sono... sbagliati. Ma tatuaggi e barba sono... andati.

Clicca qui per vedere il nuovo video.
Gli addominali scolpiti ormai li hanno (o hanno avuti) tutti. Ci abbiamo provato, li abbiamo fotografati e ci siamo anche stufati, della insalubre dieta senza grassi ma pompata di proteine.
La moda è passata negli States, e passerà anche nelle città italiche entro uno o due anni. Al maschile il torace va oggi infatti minimizzandosi e ammorbidendosi, ma non di adipe in eccesso! Soft-skin su muscolatura uniforme (da "normale" tensione ginnica). Questo è il nuovo trend. 
Dsquared2 sembra aver affidato l'operazione di marketing relativa al nuovo "Wild", a gente (niente parolacce oggi?)...
a gente non proprio "aggiornata".

Nick Youngquest (collo mononucleotico).
Ma una cosa la si nota. Si sono accorti dei tatuaggi del modello di Invictus, che erano già OUT alla data del lancio del depri***** profumo.
Qui infatti il modello tatuaggi non ne ha. Qualcuno allora nei giorni della progettazione del nuovo profumetto, non dormiva poi così profondamente...



I tatuaggi infatti non sono quasi al capolinea. So-no già OUT.
Anche la barba indecisa è sparita, altra moda stupida, la barba: vezzo ideale per chi ha qualcosa da nascondere.
Il modello scelto da Dsquared2 è troppo basso* (come quello di Invictus**): se vuoi trasmettere forza e slancio devi stare OGGI sopra i 190 cm ben conformati e non al di sotto... questo qui infatti è come si vede... sui 180 cm. Anche se quello di Invictus era leggermente più insaccato. Entrambi hanno estremità alla Di Caprio, piccole. Manine e piedini. Uno ha scarpe 40, l'altro 40/41, insomma... rapportati all'altezza... due principesse!


Ma allora che c**** li hanno scelti a fare come emblemi di potenza e successo virili?
Anche il viso è sbagliato, pensare di fare tutto con la mandibola squadrata è da bifolchi. Mediterraneo nei tratti, un naso storto e aquilino è lì nel nel mezzo, appollaiato su una boccuccia ritratta come in un vecchio con problemi alla dentiera.
Con Invicuts non era andato meglio, viso su collo mononucleotico, mento prominente.
Può essere un modello, una immagine di polarizzante fascino, uno che non ha niente più della media degli spettatori? Ma qui non volevano un "eroe dal volto ordinario", gli è che hanno proprio preso sonore cantonate...
Ma andiamo al sodo...

2014, Daphne Bugey e Annick Menardo (?)
Fresco e noio**. Un generico sintetico sentore di agrumi su note ambrate (tra le quali le isolate dalla frazione dell'olio di cisto). Iso e super. Note legnose sintetiche, la solita falegnameria a cui Dsquared ci ha abituati da lustri poco illustri. Specchietti per le allodole sono santolina e st. John’s wort o tintura di terra (nemmeno iso ciclo citrale, proprio solo parole mimetiche). 
E' questa roba... buona? No.
E' questa roba... virile? No. 
Allora non il galoppo di uno stallone: è il trotto di un somarello.

Rating: ZERO-1/5

Silvester Ruck * 180 (182?) cm   Nick Youngquest **181 cm


martedì 21 ottobre 2014

Les Exclusifs de Chanel, Eau de Cologne.

1924 (un paio di *****).
2007, Polge J. (forse)
E' una colonia imbarazzante. La cernita delle colonie fatta quest'anno ha visto impegnati di flaconi un mare. Abbiamo provato tutto. La 4711 vecchia, la middle age e la corrente versione. Quella dell'antenato di 1OU Farina (in varie ri-etichettature, e da ripesato). Ci è piaciuta su tutte, più di tutte, la Cologne d'Orsay (che non ha nulla a che vedere con l'omonima roba per gli attuali proprietari del marchio d'Orsay ed i loro prodotti messi su a c****).
Oggi le essenze degli agrumi impiegate in profumeria vengono pulite in modi cervellotici, e il risultato è più vicino allo Svelto Piatti che ad un giardino d'esperidi. 
Tanto vale smetterla di chiamarli agrumi, sono tutte frazioni!
CMQ, questo "esclusivo" è incomprensibile. Eravamo in 3, e anche uno solo di noi abbia indicato una somiglianza esclamativa con una colonia verde da 3 euro del discount... la dice lunga (su quanto corti siano i discorsi di merito attorno a questo profumetto, la cui persistenza è di molto inferiore a quella di un dopobarba). 

Rating: ZERO



lunedì 20 ottobre 2014

Les-Exclusifs-de-Chanel, N° 22 (bronze).

1922 E. Beaux (Originale).
Rifacimento di J. Polge (2007).
Chanel N° 22 è uno dei migliori pezzi tra gli esclusivi di Chanel. Ha perso il contributo importante delle assolute floreali (tuberosa, gelsomino, rosa) che si sono fatte piccole-piccole, percentualmente, nella parte di fragranza. Ha perso eliotropina e vaniglia (oggi è tutta etil-vanillina) per strada, da quando è stato creato (1922). Ha perso la tridimensionalità data dalle particolari scelte di Beaux, che aggiustate e ri-aggiustate si traducono nella versione odierna, ossequiosa delle restrizioni IFRA, e via discorrendo.
Tuttavia, N° 22 è ancora un profumo interessante: vengono alla mente, tra gli altri, nella sua evoluzione, due ottimi profumi nelle versioni d'annata (vintage): Baghari di Piguet e Vega di Guerlain.
Medaglia di bronzo, il terzo miglior classificato tra gli esclusivi di Chanel.

Rating: 3/5



domenica 19 ottobre 2014

Les Exclusifs de Chanel 28 La Pausa...

2007, (si dice) Polge J.

iris, pepe rosa, rosa, cuoio... camoscio (tranquilli è tutto vegano: il camoscio lo fanno col gentalyn beta)...
...sono le note eh... pffffffffffff.
Sì, con un terzo della formula di Chanel N° 19 Poudré o Infusion d'Iris, 
hanno fatto, un...
un esclusivo...
sivo...
o.
Forse era il caso di prendersi una pausa, prima di fare questa "pausa".

Rating: Zero-1/5

"J for Jicky, 2.0", 2014. By Jicky 2.0