...CONTENTI?

venerdì 31 luglio 2015

Gucci Bamboo, for boo...

Il bamboo? Ma che ne sa Gucci di bamboo? mica fa l'orto... 
Mica pianta pomodori, tanto-tanto se quei markettari del marketing li vedono in pausa pranzo, a fette nelle insalate...

-Ma Gucci ha le borse!
 -Eh, avrà le borse perché ci dà troppo di manico.
-Esatto, il manico di bamboo.
 -Eh, sarà viagra...
-Certo che parlare con te è sempre un trip...


2015, NN
Bam_boh è un "floreale citrico modesto, tocco vanillinato", non troppo floreale, non troppo citrico, noioso, già sentito ove il risentire è sentirsi risentiti. Omnia Crystalline di Bvlgari, fiori inesistenti che puoi chiamare come vuoi, molto lineare, come l'elettroencefalogramma di un palo della luce, bzzz...
Alla Givaudan si facevano molte saponette lo scorso anno con questo effetto "fior di boh", avranno chiesto di spendere poco... C'è grossa crisi là fuori...

Rating: ZERO

giovedì 30 luglio 2015

Narciso Rodriguez Bleah Noir for Him...

2015, NN
Bleu Noir è un mash-up GCMS di profumi esistenti.

Un "profumo" miserabile, la facile base cedramber/iso e super + muschi (> omegapentadecalactone) che ritroviamo nel sempliciotto Terre d'Hermes o nel pessimo Declaration di Cartier. Viene facile pensare dato nome e colore a Bleu Chanel, e certamente quella composizione non è affatto lontana da quelle citate e dal soggetto della presente recensione. Ma il Narciso manca del norlimbanolo, e del bouquet aromatico dello Chanel.
Dove lo Chanel è secco qui c'è umido, e nell'umido...
Sì, perché Bleu Noir ha qualcosa che trascende la miseria compositiva, 
di veramente disastroso, di andato a male nella polpa.
Con il caldo è nefasta l'applicazione su di sé, può richiamare all'esterno, con getto a spruzzo, anche quello che avete mangiato al rinfresco nell'occasione della vostra Cresima!

Tirando le somme, insofferenza totale per Bleu Noir, insuccesso garantito.

Rating: ZERO, MA ANCHE MENO...

mercoledì 29 luglio 2015

Olympea Paco Rabanne... Ops, Panthere Cartier... Ops, Sì Giorgio Armani... Anzi, NO.

2015, qualcuno che passava per strada.
Se il flacone è l'imitazione del Panthere di Cartier dell'86 (senza se), il succo è l'imitazione del Sì di Giorgio Armani (dubbi non ce ne sono). Due esercizi impossibili senza la ormai abusata base Cassis della Givaudan.
Il profumo è un confusi fiori bianchi di plastica, sintetici e realistici alla maniera del realismo dei fiori deo per la casa, con una componente fruttata insistente e decisamente ormai noiosissima, perché dosata male, in overdose e perché accostata a soliti noti, massì vaffanculo al cashmeran! Ma basta...
C'è carta igienica al supermercato dal profumo incantevole, ti ci fermi col carello! Ma vorremo sapere chi si ferma con questa roba, che sembra l'evoluzione, o meglio, l'involuzione (in quanto non vi è miglioria sostanziale) dei profumi alla fragolina, alla pesca e lampone! Dài cazzo, quelli per la Barbie...


Replacer del musk ketone per dare polverosità, un vaffanculo di gelsomino sfacciatamente incolore non per distillazione molecolare ma per altra più semplice banale natura sintetica...
Una cosa insulsa, la degna controparte femminile di Invictus: "profumi" ideali per gente che cerca di acciuffare un gatto nero in una stanza buia quando il gatto non c'è, giusti cioè... per una lei ed un lui che scavalcano cancelli aperti... 

Sì insomma, roba per *******!

Rating: ZERO

lunedì 27 luglio 2015

Tom Ford Private "Bleah" Collection, Mandarino di Amalfi.

2014, Givaudan (Calice Asancheyev-Becker).
"E' un profumo dei nostri". Brivido lungo la schiena... Perché si vorrebbe sempre dire che anche le unghie dei piedi della mamma sono sempre perfettamente smaltate, ma se non è così non è così...
E' cioè uno dei tantissimi progetti realizzati dalla Givaudan.
A Calice A. Becker sono attribuiti tra gli altri J'Adore di Dior, lo stucchevole Velvet Orchid (sempre del Brand "Tom Ford") e numerosi By Kilian.
E' importante ricordare che. quando un profumo di una azienda che lavora su commissione come la G. non trova riscontro in termini di pubblico o di critica, il problema non è necessariamente nella azienda che produce (profumieri e valutatrici), perché chi commissiona, in questo caso il gruppo E.L.C. ha sempre la prima e l'ultima parola, e di solito, più spende più ha, meno spende meno ha*.

Dopo Neroli Portofino, dopo Costa Azzurra. Mandarino di Amalfi.
E' un banalissimo tentativo di rieducare i consumatori, mediando con la fragranza tra il materiale reale che è là, presso la pianta che molti non hanno mai visto e forse non vedranno mai, e la sua ricostruzione mentale che si vuol far credere sia ciò che si dà come la cosa reale, ma della cosa reale non è che una pessima imitazione ed una volgare banalizzazione.
Mandarino di Amalfi è un sinteticone. Come i suoi soci di mensola.


Il neroli qui non è vero neroli, bensì una base "antranilata" che, tirata da una parte dà sentore floreale grasso e, tirata dall'altra dà un sentore floreale aspro. Qui le note citriche vogliono spostare tutto verso uno "co-co-coccodé" di "agrumi non agrumi" d'intorno ad un ectoplastico "mandarino non mandarino".
Il linalolo abbonda ma suona lavanda o salvia? Nessuno dei due? Che importa... Quanta dimestichezza hanno con le labiate il profumiere, la valutatrice (le valutatrici in azienda son tutte donne), il rappresentante del committente, il commerciante ed il consumatore finale? Nessuna. Appunto, allora che importa...
Vetiveryl acetate, carvomenthone e "captive" pepperwood.
Fondo solito, cisto-ambrato con muschi che non essendo bianchissimi, permettono al marketing di parlare di zibetto, che non c'è nemmeno al microscopio (né il vero né la sua caricatura).

Mandarino di Amalfi è un profumo triste, che a noi suggerisce solo le ricariche agli agrumi della Gled, o i profumi attuali degli "auto-gabbati-si" Dolce & Gabbana.

Durata nella media dei profumi attuali, fortunatamente breve.

Rating: 1/5

Private Blend Neroli Portofino Collection Tom Ford. Unisex.


Tom Ford Costa Azzurra


*...se ha ottenuto un prodotto "in presenza assente", biasimevole, "solitamente" il committente era agìto dalla volontà di... non spendere troppo.

giovedì 23 luglio 2015

△⊙▷ (БОГ) Âme де Parfum По Jickiel®. Лучший парфюмерный в мире.

Jickiel® (ремесленный центр роскоши парфюмерии) находится в самой красивой и таинственный город в мире, Венеция. Наша лаборатория оснащена лучшим и невозможно найти природные ароматические материалы на планете.
БОГ уникальный и захватывающий опыт, дает силу и чувство "сверху". Ame-де-Parfum появляется необычайно важно, и мобильный, у вас есть ощущение, что появляются на участках, удаленных от где он был применен даже после многих часов или дней (при нанесении на одежду), является ощущение воспринимается как обнявшись, защитных и динамический , Бог меняет людей, начиная с носа. Кто носит Бог в течение нескольких дней, и возвращает применять любимые ароматы имеет чувство возвращения из звезд, схода с пиками. Спуск что происходит после контакта с чем-то выше, что приводит новое качество и новые навыки или способности.
Новый контакт с тем, что было известно обонятельные отчуждает, знания, полученные с знакомство с Богом сделать это намного проще читать и разочарованные традиционные духи или мы можем сказать, ароматы "обычный".

правда мох старинных олень Тонкин, правда амбра, циветты правда, технологические молекулы "пленники" крупных европейских научно-исследовательских лабораторий совместно с материалами феромональной эксклюзивном фруктов нашего научного исследования.
БОГ торжественное и радостное питания. Люди чувствуют себя более спокойно и сосредоточенно, их И.О. усиливается и поднимается, он становится обсерватория. Тело излучает Бог как стул торжественный и радостный, и радость возникает в отношениях с самим собой, так и во взаимодействии с другими, мы увидим, почему ..
Встает в других, что вы описываете, как желание прикоснуться, нужно уменьшить расстояние, остальные, как правило, лучше и больше заинтересованы в вашем лице, вы, как правило подойти и часто ищут контакта (продержаться объект, сенсорный, обнять, дать известный шлепок по спине, и т.д.), что является максимальным перевод невыразимой происходит в другом.
То, что вы желали, и поскольку то, что вы носите, вы желательны.
Все, что сказал, приводит к восприятию Бога как талисман, который делает тяготеют к пользователю благосклонность богов и людей. Позитивность воспринимается, вызывает владелец чувствовать себя более позитивным, и даже "самый удачливый."

аромат, который имеет душу, что соблазняет.
День и ночь окрашены очарование. Опять же, небольшой, но значительное число людей, которые испытали его описывает его как супер-аромата, который имеет функции наркотиков выше. Гораздо больше, чем антидепрессант, по мнению некоторых людей, которые знают, класс препаратов, указанных.
Сокращение голода и вес. В последние месяцы, некоторые по электронной почте указано эти позитивные события, возможно, в результате эмоционального баланса и укрепления своих сенсорных функций.
Победа понятную робость, многие из вас показали новый импульс kundalinica, с пользой и в сексуальной сфере (в действительности и в стадии сновидений) и в психическом (расширения воспринимаемой самоэффективности и творчества). Он привлекает противоположный пол к вашему, но и того же пола, что делает четкое снижение межличностного расстояния в Proxemics.
Активные агенты в нашей эликсира (жить самостоятельно и, как и "души") были в основном списке. Эти и другие "ингредиенты", которые скрывают с нотами X защиты гения и творчества, которые вошли в окончательную формулу, после долгих экспериментов, строгий и тщательный, сопровождается неизбежной ссылкой на то, что уже в литературе.
Некоторые экспериментаторы БОГ значительное знакомство с ароматами в целом, что в научной первом уровне, престижном рабочей жизни. Энтузиазм этих поклонников нашего проекта, в частности, в буквальном смысле расстроен неделями, количество информации, которой обмениваются мы усовершенствовали некоторые идеи для развития этого проекта, так что приветствовали громко, не закончится с последним наличии что, во всех отношениях хорошим названием, можно сказать, серьезно и еще раз сегодня, лучше духи в мире.


mercoledì 22 luglio 2015

La Collection Privée. Bois D`argent, Dior...

2004, annick menardo

Un profumo (riformulato più volte, in un peggiorativo progressivo) di legni, legni di cedro-ambrati, con un contributo di iris pallido non come il fiore ma come pallida è la persona debole che si alza dal letto...

Tutto ha il dono di apparire drammaticamente sintetico. Quindi: smorto e finto.

Tiene su la scialba composizione un telaio banalotto di cetalox (al 13,4%) e muschi bianchi.

Troppo poco per tirarsela tanto.


Rating: 1/5


La Collection Couturier Parfumeur New Look 1947 Dior for women



La Collection Privée. Dior, Ambre Nuit


La Collection Couturier Parfumeur, Granville by Dior for women, for women? for women. Well, on s'en fout...





La Collection Couturier Parfumeur, Granville by Dior for women, for women? for women. Well, on s'en fout...

2010 F. Demachy (?)
Agrumi amari, corsivo eugenolico, aromatico, verde, legnoso, pinaceo. Molto anni '70, al maschile. Colonia celebre di YSL (spessa tre volte questo). Che senso avesse per Dior lanciare questa cosa nel 2010, rimarrà per sempre un mistero nella logica dei profumi "esclusivi non esclusivi". O non sarà un tentativo di risoluzione nell'inversione?

Rating: 1/5

martedì 21 luglio 2015

Così si scriva e si dica.


"senza se e senza ma" fa schifo! parla come hai sempre parlato.
"assolutamente" (assolutamente cosa?) evita sempre di riempire i discorsi di parole senza significato.
"punto" (dovrebbero dartene più di uno se lo usi a fine frase, è una chiusura idiota e magari prima hai detto una gran cagata, sai che figura)...
"week-end"...è come un colpo di karate qua, ma vaffan****! Dirai "fine settimana".
"nero" (non siamo negli "States", negro o nero? nessuno dei due t. è offensivo in sé, starai con la Letteratura, userai perciò il primo, e lascerai il "nero" a chi è incazzato "nero" o a chi è in lutto)
"lei"? E' ipocrita e fortunatamente fuori dal tempo, usa il tu ogni volta che puoi (il rispetto NON viene dall'utilizzo del "lei").
Titoli, in incipit, come "dottor, professor, etc" vanno evitati (è tra le altre cose, sempre contestabile il conferimento dei titoli), preferisci l'universale titolo di rispetto "signor" o "signora".
"migranti" (non sono rondini, se si fermano in Italia sono "immigrati")
"piuttosto che" (usalo il meno possibile, ricorda che non è una virgola)
"frocio" se chiami qualcuno "involtino"... evita, è offensivo.
"di colore", quale? non si può sentire che uno sia "di colore", evita l'espressione.
"dóccia", non "dòccia"! Cazzo!
"telèfono", non "teléfono" Cazzo!
I termini al maschile di uso neutro non andavano mai modificati, quindi poniamo argine a "sindaco" che non diventi "sindachessa" (che fa cagare)... Etc. Laura Boldrini? taccia.
"santo padre", non è né santo, né padre (se lo è lo ha nascosto bene), chiamalo "papa" (non ci viene il maiuscolo), ma preferiamo Signor + Cognome.
"presidente" (idem come sopra), se ti rivolgi a lui, Signor + Cognome. Se però devi leccare il culo allora cambia tutto... ma sei un leccaculo, ricordatelo.
"attimino" è morto, benissimo. Un perfetto "attimo" e siamo al prossimo.
"fitness club" cristo santo! Palestra! o Palestra con quel cazzo che c'è!
"happy hour" sappiamo manco cosa sia, ma fa schifo. Ah, no. Non beviamo.
"jogging" speriamo ti sloghi qualcosa, così impari a dire "corsa" o "corsetta"!
"femminicidio" primo non esiste come fenomeno, secondo è degradante perché una donna non è la "femmina" di un animale. Termine da evitare come la peste.
"pet-therapy" dimostrato scientificamente che con orsetti di pezza adatti, si fa di più e di meglio (guarigioni): se proprio devi, dirai "terapia con i cuccioli", espressione comprensibile ed anche molto più tenera.
"praticamente" meglio riempire il meno possibile di "aria fritta" i pensieri.
"gli ho detto" NO cazzo. Usa bene il pronome. Ai tuoi amici non "gli hai detto", ma "hai detto loro". Alla tua ragazza (se un maschio non è) non "gli hai detto" ma "le hai detto".
"sillage", ricordati che è praticamente una "scia" (4 lettere contro 7 e giocando in casa).

lunedì 20 luglio 2015

20 luglio. Tanti Auguri Alessandro!

Ὅτι δὲ τοῦ χρωτὸς ἥδιστον ἀπέπνει καὶ τὸ στόμα κατεῖχεν εὐωδία καὶ τὴν σάρκα πᾶσαν, ὥστε πληροῦσθαι τοὺς χιτωνίσκους, ἀνέγνωμεν ἐν ὑπομνήμασιν Ἀριστοξενείοις". 

Cominciamo con una sberla dell'ultim'ora:
Samantha Cristoforetti, quella tipa che hanno mandato in orbita (e che noi avremmo affidato a ben altre mansioni in terra), ha ricevuto la medaglia di Cavaliere di Gran Croce dal Presidente della Repubblica, oggi.
Se la ficcasse nella topa! Ammesso che sia fornita dell'articolo... Si tolga l'acca dal nome, così non avrà il problema di capirne una! E la smetta di ridere come la ******** che è!
E' demenziale mandare gente in orbita, e caricare il nulla di significato, quando in terra manca l'essenziale per vivere alla gente comune. E' più facile che si estingua la vita sulla terra, che l'uomo colonizzi la Luna! Ma che cazzo buttano soldi a fare? Ah, non sono i loro, è vero...
Giocano con i soldi del popolo bue.
Ammiriamo molto di più chi svolge lavori utili agli altri, chi fa la calza, chi attacca bottone, chi ha una idea veramente buona, e soffriamo su chi da disoccupato steso sta, senza compatimento o un soldo da nessuno, e giace senza pace. E s'incazza... ma non reagisce.
La GIUSTIZIA non la fanno le leggi di piccoli uomini! Quello che dentro di noi è identificato come INGIUSTO, rimane schifosamente INGIUSTO. Indipendentemente dalle leggi scritte da chissà chi, dove, come, quando e per quali fini...
Nella bocca dell'uomo comune "giustizia" è come un rutto, non significa nulla, come "merito", non significa nulla (il merito non è misurabile, fa comodo a taluni credere che sia una specie di criterio razionale o scientifico di valutazione, ma non lo è per niente).
Viviamo giorni disordinati e ingiusti. Nello sgretolarsi di ogni certezza.
Vogliamo una generazione di incendiari, non si riporta l'ordine per vie "democratiche" (specialmente se pilotate dall'alto e quindi falsamente tali).
I giovani (e i meno giovani) si ubriacano e si drogano, piangono quando non sono in posa per Facebook, o non aggiornano più il profilo se nella notte se ne sono andati, e senza possibilità di ritorno.
Sono i suicidi di ogni giorno le VERE Stragi di Stato, non i flaconi, i borsellini e le bologne!
Perché il potere è nelle mani di gente elegante che guarda in su, come l'imbecille e non come il genio che scruta oltre le stelle!
Perché la scuola (che di massa dalla culla all'alloro più o meno risibile, non ha mai avuto grandi meriti) è una porcheria omologante tra il campo di concentramento e la latrina! Aristotele come precettore! O l'obbligo scolastico toglietelo! Il valore legale dei titoli di studio anche! Ma non vedete che ci sono corsi, o intere "università" che sfornano pericoli pubblici? Ma chi diavolo li vuole! Imparate a discriminare! Non è una malattia, è il senso critico, la vostra capacità di giudizio! Discriminare è un verbo nobile!
Ed ora i media, che sono controllati dalla solita gente, così in rete o alla TV passano cagate, astronauti del *****, politici da strapazzo, giornate della memoria, celebrazioni di stronzate infinite, natale, pasqua, primo maggio, capodanno, ma nessuno si cura di avere un popolo Felice, Sano, Forte!
La ricerca scientifica e medica non producono risultati minimamente utili. Indovinate il perché... Il ricercatore tipico cerca lo stipendio, e quando l'ha trovato... la sua ricerca è finita.
Non c'è cura al tumore diversa dalla meccanica chirurgia. Smettete di dare soldi a Telethon e ****** simili. Dove sono i risultati di tutte queste organizzazioni? Loro dicono, ma voi VERIFICATE! INORRIDITE con NOI!
La Caritas discrimina gli italiani e sfama gli stranieri, informatevi sulla umiliazioni che devono subire i nostri concittadini in difficoltà (senza ottenere in moltissimi casi nemmeno cibi scaduti, che vanno ai non-italiani)! Informatevi e scoprirete che è così e che non potete fidarvi. Non date pertanto un solo centesimo a nessun ente religioso od onlus, fate la carità com'è precetto di umanità prima che di religione, VOI direttamente a chi sapete averne bisogno, MAI per interposta persona.
Gli italiani non possono decidere del loro futuro. Non possono dire Sì o No, votano quando capita, poi s'inculano.
Il nostro paese non è un paese "libero". Siamo spiati e molestati dallo Stato, che fa leggi contro la circolazione delle idee perché i potenti vogliono un popolo stupido.
Ce n'è persino una che vieta la critica alla "costituzione", ma che paese è?
Siamo tutti stretti al guinzaglio di leggi violente e cretine e di forze oppressive e nemiche.
E i cittadini sono divisi, perciò sono più deboli.
Servirebbe ad un popolo siffatto, passivo, un Leader.
Ma renzi o salvini non sono leader, e sinceramente fatichiamo a trovarli "uomini" anche semplici. Grillo è andato a male, è cialtroneria applicata alla politica.
Non c'è nessun partito che esprima oggi un Leader efficace. Per fortuna non ci è capitato un coglione come Tsipras... Ce n'è capitato un'altro? Sempre di super-schifo ci è andata.
L'Italia è una passiva, e supplica un Uomo Forte. Ma nessuno risponde. Tutte viole mammole. Uomini e Donne vogliono un UOMO FORTE, ILLUMINATO, VOLITIVO.
Ma non vengono figli sani, no. Troppo accanimento contro le figure autorevoli ed autoritarie del secolo passato. La cura "globale" contro nazismo e fascismo ha ucciso anche il germe virile, che non è "macho", e nemmeno "etero" a dirla tutta. La POTENZA non ha una sola sessualità, le unisce tutte; pena l'essere parziali e limitati, pena l'essere troppo banalmente umani, il non essere POTENZA.
Alessandro Magno e Giulio Cesare erano nati di Luglio. In linea con gli storici accreditiamo il 20 luglio come giorno e mese di nascita di Alessandro e il 12 Luglio per Cesare. Certo, anni e contesti diversi. Notevole però il contesto "solare" delle due date...
Malinconia, perché l'Italia ed il mondo globalizzato, possono scordarsi un nuovo Cesare od un nuovo Alessandro.
Soprattutto fino a quando a scuola mostreranno esempi come quelli che si celebrano in questi giorni, o cristi impotenti appesi.
La "PACE" è un male. Nella "PACE" attuale stanno morendo più persone che durante una Guerra Mondiale combattuta con bombardamenti e fucili!
Appena inizia una guerra spariscono suicidi, malattie metaboliche, problemi cardiaci, precipita il numero dei morti per tumore (perché il sistema immunitario si rinforza per meglio combattere ma anche perché la gente non va più dai medici a farsi "curare" o "uccidere" come nel tedio di "pace").
Dio mandi un Salvatore che SALVI, non un altro falso profeta. 
O Dio mandi la FINE, in una GUERRA MERAVIGLIOSA e TOTALE.
Così sia.
Jicky 2.0

domenica 19 luglio 2015

Mi viene il vomito. Cos'è? Troppo Caldo? No, è il nuovo Tom Ford Noir Extreme.

2015, PP
Che cre***ata di profumo! In primis, al solito, secondo la confusione mentale che regna in profumeria negli ultimi tempi, è un flanker apparente, non c'entra un fico secco coi Tom Ford Noir precedenti.
E' stro*** perché la cazzatina esotica per attirare la curiosità dei baggiani da profumeria è dire, sai... l'ingrediente speciale... E sarebbe? Un dessert indiano, il kulfi... 
Oh Cristo!
Come fa a venire in mente una cretinata così, come fa? A quale OCA da appendere è venuta questa idea *******? Poterlo gridare, un mare di insulti bollenti... Ma non si può, poi ci riconoscono, dài...
Non sa da un ca*** di dolce bla bla bla, è un pastrocchio di aromi chimici che dà su caffé e tostatura di boh, la fantasia è postuma, capito? E' un pastrocchio a cui si applicano DOPO le note, con fantasia demenziale...
Base ambrata vanillinica  (Arbre Magique Vaniglia, per auto, 1 euro e 80 cent), con safraleine, cisto in tracce, mandarino... Rosa quasi invisibile. Gelsomino e mastice greco inesistenti. Da qualche parte, tra l'Egoiste di Chanel corrente ed il primo Pure Coffee di Mugler (non il cheap-riformulato "inglese" per cortesia!), aroma nocciolato stomachevole ; che pare misto tra mandorla e caffe, innaturali.

Persistente quanto basta per piangere acqua, sapone e brusca!

Rating: ZERO!

Potrebbe interessarti (ma anche no) quest'altro post:

Tom Ford Private Blend Oud Wood 2015 (reformulated), ma màgneme el cuco...

Andy & Lou, "Little Britain"
_Quale Tom Ford vuoi in regalo per il tuo compleanno? 
_I want that one!
_Ma quella è la commessa!
_I want that one...

sabato 18 luglio 2015

Tom Ford Private Blend Oud Wood 2015 (reformulated), ma màgneme el cuco...

Andy & Lou, "Little Britain"
_Quale Tom Ford vuoi in regalo per il tuo compleanno? 
_I want that one!
_Ma quella è la commessa!
_I want that one...

2015, PP
Affiancano il riformulato Oud Wood, sempre più sch*****, due nuovi oud dei quali... fa anche caldo... Macchissenefrega! Estee Lauder (che è meglio non traslare in basso milanese).
Ma non li vede neanche Tom Ford questi boccettazzi... Ma quale Tom Ford d'Egitto...

L'Oud Wood è patetico, pietoso, penico... come l'astuccio che copre l'ernia riproduttiva di un aborigeno.
Un sinteticone da paura. Nella corrente versione di Oud Wood, c'è una nota micidiale di bolo al pino
 silvestre, che emerge dopo quasi subito, e persiste sino a che il fetore è debellato... e non può essere una distorsione compositiva voluta. Hanno sbagliato la dose di cardamomo (o di colui il quale ne fa le veci)? 
Oud, sì... al 100% sintetico, non del tipo Fir. ma del meno riuscito G.

Sandalo, sì...  col cazzo... 
Ma quale "palissandro", è solo linalolo...

Sembra un deodorante ai legni... sì quelli del bosco del Checcazzoneso che è in fondo a Via Macchissenefrega. 

Un'opera di rara imperizia tecnica.
Viene portato avanti a spintoni, ora persino nella grande distribuzione: 
il target "creedibile" è quello dei babbei.


Rating: ZERO



venerdì 17 luglio 2015

Elie Saab. Le Parfum Resort (Re... assoreta) Collection...

2015, francesco curcgiano (forse).
E' un nuovo Dolce e Banana? No è un nuovo Elie Saab... Saab lo svedese delle auto? No, Saab il testa ** **** di Beirut (d'bei rùt en frares l'è "dei bei rutti"). Se i primi minuti sono di agrumato conforto, non così l'asciugarsi di questa versione estiva di richiamo "marino". Il corpo floreale è un ammasso di materiali sintetici un garbuglio spiacevole, su base ambro-muschiata, che prende lo stomaco, sarà quel floralozone e/o helional, sarà l'imperizia dell'armeno (sbolognato fuori dalla Takasago non si sa per quale via della cortigianeria)...
Il vetro, indubbiamente bello, è la bara per un profumo indubbiamente fallito. Terribilmente cheap, tutto appare al risparmio, ed è un profumo s******, perché se ne frega di te. Del tuo naso che si arriccia e del tuo stomaco che preso alla sprovvista può ritirarsi come durante un Nutella party con colite...
Ci sono deo car molto simili. Per i disadattati che amano la persistenza, quella c'è. Ma si ricordino, che ci vuole poco. Che non è in sé un valore. Far durare l'amputazione di una gamba per mesi e mesi è bello? Ecco, ci siamo capiti...



Dura? Sì. Ma COSA dura?

Qualcosa che sarebbe meglio non durasse, 
ed in una collezione specie se bambina,
non entrasse...

Rating: ZERO


giovedì 16 luglio 2015

La Collection Couturier Parfumeur New Look 1947 Dior for women

2010, F. Demachy
______________________________________.
______________________________________.
Censuriamo l'intro e tagliamo corto?
Un vanigliato con tocchi floreali di noia rara, a tratti insuperabile.
Brutto e tediosissimo nel drydown ambrato e dolce allo stucchevole.

Rating: ZERO

mercoledì 15 luglio 2015

La Collection Couturier Parfumeur: Fève Délicieuse (fava deliziosa?) Christian Dior for women and men... Quindi 'sta fava, è per donne e per uomini...

2015, F. Demachy (?)

Hanno cambiato la marmitta al Dolcelisir dell'Erbolario? Silenzio.
Forse hanno cambiato anche il carburatore? No, è il "nuovo" Dior di Francois...
Ah, allora gli è passata la paresi... Ma l'ha lasciato molto debilitato...

C'è grossa crisi... 
Vaniglia ed etilvanillina, cumarina (non crediamo per niente alla presenza di vera tonka qui, ma è un dettaglio trascurabile), c'è del furaneolo (ethyl furaneol), del metil-laitone, linalolo, idrossicitronellale, per forza derivati quinolinici, orivone, hedione hc, iso e super, legno di cedro, un replacer del benzoino. Ah, in quel gioco pralina mandorla c'è della benzaldeide, sandalo sintetico firmenich, note citriche, carvomenthone appena appena... gelsomino? non pervenuto.

Prende lo stomaco, soprattutto con questo caldo. Ma la medesima cosa accade anche col fresco "condizionato". Nei gourmand, la "fiction" alimentare ( o "la ricostruzione della datità olfattiva" alimentare faceva più figo?) andrebbe meditata... perché in-combo-no, le cineserie da due euro per deodorare l'auto alla vaniglia, ma anche certune odiose candele per ambienti. Come può accadere a Dior? Se i nuovi e ormai non più tanto misteriosi laboratori indipendenti Dior/LVMH hanno "valutatrici" come quelle che abbiamo imparato a conoscere alla Givo, allora va... eufemisticamente, "bene così".

Cioè, va malissimo...

Rating: ZERO-1/5

E tu pensa se il nome fosse stato tradotto in italiano...

"Fava Deliziosa":



lunedì 13 luglio 2015

Noi? Boh!

He further describes the defence of the Soul against assailing Thoughts, 
and shows that the duality of Consciousness is a blasphemy against the Unity of △⊙▷; 
so that even the thought called △⊙▷ is a denial of △⊙▷-as-He-is-in-Himself.

Come celebrerete gli imminenti 2 milioni di Jicky 2.0? Ah... Boh! Stiamo lavorando con i rizomi di iris, si è rotta la sminuzzatrice sabato... Stiamo lavorando a un sacco di cose faticose e silenziose, non siamo abituati a fare foto. Quando si è affaccendati e concentrati, non viene in mente di prendere e fotografare... E' da coglioni, come i selfie... sono da segaioli... Non che a farsi delle seghe ci sia del male... Ma sinceramente non c'è tempo per farne. Che mese è? Ah sì?
C'è un profilo FB "nostro", che complessivamente non amiamo affatto... Lo ha voluto Lui, ma solo Lui...
FB è un puttanaio, porta via tempo, e mescola alla pari sassi e diamanti. Con i sassi paganti che ottengono più spazio dei diamanti (ovvio che sia così, dato che FB è un cesso a gettone)... 
Il Blog intanto... qui, macina visualizzazioni ch'è un piacere e lo fa anche senza nuovi post (forse perché di carne al fuoco ce n'è). Amàti, scusate i ritardi nella risposta alle email, per i commenti invece vabbè, mettiamo che sia una lotteria pubblicarne qualcuno... Sentite, evitate di passare così spesso? Che non facciamo a tempo a preparare nemmeno i coriandoli e son già 2 milioni?
Non leggeteci insomma! 



Ma evitate parimenti, di leggere gli altri blog, non illudeteli di esseri vivi! E smettetela di disgustarci con i forum, sapervi colà è per noi irritante ed è per voi disonorevole: preferiremmo sapervi incastrati nel sesso selvaggio con un quadrupede!
2 milioni, e abbiamo sepolti vivi tutti i blogger di profumeria del pianeta, per quel che servivano... bene così. 
Per i 2 milioni potreste dire di più su di voi? Una foto? Ci stiamo pensando, ma intanto non leggeteci, che non abbiamo mezzi per fermare il counter, e che si fa, Capodanno mezz'ora dopo la mezzanotte?
Va a finire che facciamo finta di niente... Siamo eccitati non dai 2 milioni in due anni e mezzo, ma da un sacco di cose nuovissime, di scoperte, di materiali, di oggetti del passato, di persone che usano ancora il telefono e le lettere di carta... Di roba che non postiamo, perché la teniamo per noi o per il privé (il giro vie email). Anche perché qui copiano tutto, ci detestano i fuffaioli che inventano brand di nicchia a tutto spiano, ma poi adeguano i profumi della loro sedicente (ma inesistente) nicchia a quello che scriviamo... Grazie... Ladri, ingrati, e pidocchiosi... Sorci o insetti... HA!
Per questo è bene scrivere i post in modo ermetico, o scrivere solo quel che può o deve essere scritto.
Mentre vi contendete le ultime disponibilità del lotto 01 di △⊙▷ (GOD), e ci chiedete un lotto 02, spingendoci persino ad aggirare l'embargo europeo con la Russia per ottenere quel che serve... sì, stiamo limando i dettagli per un lancio nuovo, dai prototipi che alcuni di voi hanno conosciuto in passato, inter nos, in privato.
Il post rimane aperto, non riletto, anzi... letto da rifare...
E c'è da fare, e a giorni fa caldino anche nei nostri bunker, checcazzo! 
Ma la nostra Arte prevede di comandare i venti, spostare le tempeste, e coprire di nubi il sole, quando il sole non serve...

AHA! 

giovedì 9 luglio 2015

△⊙▷ GOD Âme de Parfum By Jickiel® 01 + △⊙▷ GOD Âme de Parfum By Jickiel® 01 MD



We are all addicted to something like △⊙▷ (GOD), that take away the pain.

LA VERITA' su △⊙▷ (GOD) Âme de Parfum By Jickiel®. Sintesi ed analisi dei feedback ricevuti e nuove rivelazioni.



mercoledì 8 luglio 2015

Sorcineri? NO a Unum Lavs Rosa Nigra Opus 1144, a questo non mettiamo una virgola e non regaliamo un cerino!


Estica77i... Nella nicchia per tirarsela ora usano il latino, anche se non sanno nemmeno esprimersi correttamente nel proprio idioma domestico. E rieccoci allora col latinorum... di un tizio brutto forte, veramente insopportabile: un sempliciotto, ma si dirà alle fiere i sedicenti profumieri non lo sono forse quasi tutti, dei sempliciotti (in abiti di firma a noleggio?)? Eh... ma dicono che sia anche un sarto, e il blogger ignorante, vecchio per niente, sfigato, infelice (e foraggiato all'uopo) gli dà pure del fotografo, massì anche dell'artista... Ma andate a fare in ****, scrocconi! Vi bastano due campioncini o un poca di attenzione per mettervi a 90!
Un taglia mantelle per una diocesi nel perugino, un poco di rumore con due articoli sul fatto che sia iscritto all'arcigay e allo stesso tempo abbia confezionato quei sacchi dorati per preti, che a dirsi abiti ce ne vuole... sì dài, i mantelli spaziali con le perline e i vetrini.
Io m'inchino, tu t'inchino e qualcuno ci suonerà l'organo...
Probabilmente questi "profumi"... usciti a calci da quel clamore arcigayescovilcardinalizio servono a batter cassa finché c'è la curiosità dovuta allo "scandalo" (più immaginario che altro)... Con tutte le frittole che ne conseguono. Vedi, il Papa, vedi l'Artista (?), vedi un poncho da 6 mila euro... E se non vedi niente? Se non vedi niente forse hai visto giusto... Ringrazia il Signore d'esser savio, sì, ringrazia quello che non torna per non incontrare il Papa, e per non farlo cieco sordo e muto con un pugno.
Il papa noi lo tocchiamo con i guanti perché è cosa umida che si disintegra senza via di resurrezione dal 1978 (data di morte dell'ultimo Papa degno, al quale Dio avrebbe risposto anche al telefono, Albino Luciani), ma che questo tizio che semina foto trash di sè mezzo nudo, tale calippo sorciverdi, o boh sorcianelli o come si chiama, vesta i recenti celestini, sì (forse) persino Stanlio & Bergoglio... Due verifiche, e si smontano i pupazzi, allora diciamo... vogliamo le prove, va bene? Stirpi di sarti di fama che lavorano da 100 e passa anni per il Vaticano (e hanno il buongusto di non fare profumi da nicchieria dell'invendibile e dell'invenduto), dicono di averlo appena sentito nominare 'sto sorciagnelli.... tanto-tanto non la raccontasse giusta?
O non sia che il ratzinger (il nuovo celestino V va minuscolo come il primo) di passaggio ad Urbino abbia indossato per una forma liturgica un suo poncho, e da qui il dire che... veste "i papi"...
Sarebbe bello vedere se lo fanno passare o lo infilzano, le guardie vaticansvizzere. Insomma, a noi viene mal di stomaco solo a vederlo in foto. Ci vien fatto notare come questo organo scriva sul suo profilo pubblico FB e da tempo, buongiorno agli amici e buongiorno ai nemici... Che tristezza...
Noi recensiamo prodotti di profumeria validi, meno validi, bislacchi, etc. In questo caso c'è un personaggio costruito (male), ed un piccolissimo teatro, elementi che vanno doverosamente valutati per proiettare correttamente questi bussolotti spray sul nostro schermo critico. Questo qui magari è un brav'uomo che la sera imbocca il padre malato in sedia a rotelle, ma su FB preferisce esibire il peggio di sé in un trash B/N che ricorda Ciprì e Maresco...
Noi non siamo né suoi amici, né suoi nemici, continui pure a fare mantelline, ma si renda conto di chi è realmente, di quali sono i suoi limiti. E si avveda che, se ai tanti nemici da salutare, non si accompagna il tanto celebre "onore", c'è poco da essere allegri.

Premesso che, per noi servire uno a caso degli ultimi tre papi è un oltraggio al divino, in quanto nello scandalo più totale riteniamo che tra il papa polacco e quello argentino si sia assistito alla tragedia dello Spirito, in un clima di materialismo e di apostasia da dar di stomaco. Ed abbiamo in abominio il signor Bagnasco e la sua allegra compagnia di insolenti *******. Il Vaticano e tutte le Chiese e fedi religiose varie, nello stato laico italiano, DEVONO essere trattati allo stesso modo! Basta privilegi alla Chiesa Cattolica! Cioè, si mantengano con i soldi dei loro fedeli! Basta 8 per mille e accordi schifosi che tolgono alle regioni per dare ai dipendenti di sua NON santità! E PAGHINO tutte le tasse sugli immobili che loro appartengono! E chiudano anche le Onlus e Caritas e compagnia cantante! No, alle organizzazioni "caritatevoli" (con i soldi degli altri!) che discriminano gli italiani a favore degli stranieri! Perché abbiamo PROVE che questo stia accadendo ed è uno schifo! Alla maniera del PD, che negli stranieri cerca i voti sicuri per il futuro annientando il senso comunitario del popolo italiano... A piombo: Noi non regaleremmo un cerino al Vaticano!
Oppure potremmo, ma solo se si volessero punire loro stessi con l'uso saggio di detto cerino. Se il prossimo papa scegliesse di chiamarsi Nerone, potremmo ben sperare, persino di risparmiare quel cerino... potrebbe fare di più e di meglio totalmente da solo.
Ponendo da parte questa nostra totale indisposizione verso quello che oggi rappresenta il Vaticano (il TRADIMENTO di DIO), bruttezza a parte, questo sarto (e che due ...)... questo tizio che pare adori l'organo... di profumi non sa una mazza, ma niente, leggi l'intervistuccia con la fava tonka e hai capito che è tutto un bla bla bla distonico tra ciucci, e che conosce nell'eventualità... altra fava da quella di cui ciarla...

Infatti, a quanto ne sappiamo, i profumetti, glieli fa la Terenzi (come brand), il cui padre ha un buon commercio di candele profumate e cose simili, così ci risulta. La Terenzi Tiziana, fa ancora profumi o deve vendere ancora una valanga di quelli che aveva fatto tempo addietro? Vorremmo non saperlo per non perdere altre righe di questo post, che è dedicato al barba là, sorcanelli.

Vediamo i 3 bussolotti?

Lavs è un minestrone alla ***** di **** di resine, è un incenso misto troppo amaro e speziato, con aldeide c 12 e tanti saluti (sarebbe piaciuto rovinare qui del Mystikal eh? PECCATO, qui non ce n'è!), si asciuga fumoso, fa s*****.
RATING: ZERO

Rosa Nigra è geraniolo che picchia, aldeidi, vanillina, muschi e legni sintetici, povertà, una m****!
RATING: ZERO

Opus 1144 è una presa per il culo della guerlinade, una pessima imitazione di Shalimar. Vanillina, incensi ancora incensi e che due palle, note citriche saponate, muschi sintetici sporchetti, con l'idea di uno zibetto derivata dall'idea di uno zibetto appresa da uno che lo zibetto... non sa se abbia 4 o 8 zampe... Una pietà totale che lasci tra la depressione e l'ira è una pietà cre****...
RATING: ZERO

Pare che in futuro sto secco si butti su profumi d'ambiente? E perché? Noi ODIAMO tutti i profumi d'ambiente! Vuol proprio farci esplodere i coglioni!? L'ambiente in cui entrano altre persone NON si profuma! E' arrogante profumare gli ambienti! Se entriamo in un negozio di abbigliamento che odori di mela verde o altre cagatine, vogliamo il titolare!
Non è rispettoso, è come fumare senza curarsi degli altri, un luogo chiuso va minimamente deodorato con rispetto massimo per chi vi entrerà! Se si sente è già troppo. E i gusti di chi decide quali fragranze usare NON possono essere quelli di chi vi accede, ergo: non è chic, non è rispettoso e non è nemmeno educato! Gli spazi vanno puliti e resi accoglienti senza violenze olfattive. E la profumeria d'ambiente (salvo quella domestica) si configura sempre come una offesa verso terzi.
Se poi si usano aromi di sintesi... La situazione diventa drammaticamente insopportabile.
Ma questo discorso valga per tutti!
E la situazione insopportabile diventa peggio ancora, per chi conosca il dietro le quinte, tossicologico, degli aromi di sintesi e coformulanti oggi impiegati in varie soluzioni in moltissimi "deodoranti" per la casa o la persona (leggasi profumi, deodoranti, detergenti).

PS

Due parole ancora sui "deodoranti per ambienti".

Alla fine ci si dovrebbe rendere conto, che quei mezzi non attirano i clienti (anzi...), e non rendono più gradevole la permanenza negli uffici o dal dentista, etc. Evitare quindi, che è da sempre il nostro consiglio universale.
In tutti i locali in cui si usano profumi o deodoranti "ambientali" dovrebbero essere obbligatoriamente pubblicamente esposti dei cartelli ad indicare gli allergeni, le sostanze potenzialmente irritanti per le vie aeree, etc.

lunedì 6 luglio 2015

Initio Parfums Prrr! Magnetic Bleah 1, etc

2015, nn
sembra un additivo triste (un richiamo irresistibile al pianto)... tipo ammorbidente, roba per lavatrici, "ambranato" e "talcastronzo"...
Da dar di stomaco sul nero lor lutto. Il latinorum della linea, il design insulso, il succo che incupisce, non fanno altro che rafforzare il severo fastidio. Sì-che alla fine delle prove, la voglia di mandare a fare in culo chi ti sta davanti è pari alla voglia di strangolare chi ha il coraggio di mettersi addosso questo niente per niente prezioso, ma avvolto semmai di "pretenziosità". Roma. Parigi? Ma si mettano almeno d'accordo...
Fuffa signori, fuffa! Dietro ad es. all'ampolloso nome di un altro di questi ******* tale "Divine Attraction", hanno messo una ***** vetiverosa di gomma, "attrattivo e divino" come un pomeriggio in un impianto di lavorazione delle resine plastiche.  Condoglianze!

RATING: ZERO

domenica 5 luglio 2015

Jade Olivier Durbano for women and men


putta-nata-cosa... pfff... al green tea givco, erbaceo al carvomenthone. scemotto di spezie ammassate male, un dispetto di materiali buttati lì, alla pene di segugio, tanto per riempire il flacone. rovinato il vetiver, rovinata la mouillette, va che testa di *****, con questi colori di m****... 
Va' a infilare le collane, va'... Ma per tutti i cazzari! Durbans biondizzima signorotta dai mille capelli raccolti, il sorrizo da paresi facciale e le pose in bianco e nero delle dive del cinema muto...
infila pure le tue ***** di collane, poi ci vai a fare i mercatini (e guadagni di sicuro più che con 'sto stuff), ma smettila* con questi slambrotti inchiostrati male! E' un ordine!

Rating: ZERO

Pensavamo avesse smesso un paio di anni fa, dati i continui insuccessi registrati nei negozi (non se ne vendeva uno a regalarlo via, storie di resi di massa), ma ci dicono riappaia alle fiere... 
E allora bisogna aiutarlo. A smettere!

Stercus Orto Parisi Gigi Bagigi Nasomatto e la Maria Maiòla... Chi? Appunto.

2014, A. Gualtieri (attribuito a)?
Una caz**** di patchouli su base synth muschiata animalica, woodamber (timberol) + ambroxan. Immancabile iso e super. Appariscente nota indolica che spiega il leggero disagio sub-vescicale... Penserete alla merda (stercus) solo per via del nome e del colore. Colore che, come ci ha già abituati Black Afgano, macchia irrimediabilmente i tessuti. Un motivo in più per smetterla con i pupazzi. 
E' divertente fare un profumo e chiamarlo "cacca"? Cacca e pipì non rappresentano uno stadio di ribellione primitivo ed infantile? Ma poi si rigirano come un'ernia, no ma, era l'orto dello zio, anzi no: l'orto del nonno, ma è tutta ****** che ******* ******** in *******!
E non ci rivolgiamo a Gualtieri, che ci mette la faccia e non il naso... E ce lo metta o no alla fine non importa un tubo (otturato). 
Ci rivolgiamo a chi progetta questa infinita serie di cose... Basta...
Meno marketing, più profumeria! Ciao, questo è un profumo che profuma! Almeno questa cosa a volte è vera...
Perché di "arte", qui, il nostro "gascromatografo", non ne rileva il fantasma d'un micron!

Rating: ZERO

giovedì 2 luglio 2015

Gruppo PRADA ai minimi dal 2012. Un criterio valido per leggere accadimenti recenti.


Ad ogni trimestre ci fermiamo davanti alle vetrine di Prada, prevalentemente nel "lombardoveneto", con cipiglio molto serio. Il prezzo esposto è l'ultima cosa da guardare, sempre. Sgomberata la mente dalle invasive pubblicità e operazioni di marketing pradesche, rimangono i prodotti. Potremmo parlarne per settimane, e non certo bene. Non c'è mai una idea che faccia esclamare, un prodotto originale e/o desiderabile, secondo i nostri criteri storici, funzionali ed estetici. Un giorno, per dire una cosuccia... la battuta fu: "ma dove pensano di andare, con dei lavoretti che sembrano... "appunti telefonici" mollàti là da Elio Fiorucci"? E infatti... 
Diciamo bene o diciamo giusto? I grafici dell'azionario sempre più mosci dicono che... avevamo ragione; quindi diciamo bene e diciamo anche giusto...
elio fiorucci/de fonseca
Il problema non è che Prada oggi sia "ai minimi" il mistero è semmai come sia stata "ai massimi"...
Di solito, dopo avere visto anche la lugubre vetrina di LV, andiamo a trovare ristoro da Hermes, dove finalmente qualcosa si compra volentieri. Profumi ormai no, per carità (per i profumi dobbiamo dire "c'era una volta Hermes"). Ma un foulard per mammà, una ceramica per una occasione importante... quando si può si compra, senza pentimenti*.

Tornando a Prada. I profumi li fa fare alla Givaudan, non possiamo sputare nel piatto dove mangiamo (piatto di quel che è, pagato con gli spiccioli degli stage alla Givo), ma a parte l'Infusion d'Iris EDP del 2007... non che siano venute tante gioie...
Infusion d'Iris che, dopo alcune riformulazioni, appare in bilico, l'edizione 2015 quasi certamente sostituirà le precedenti.

*E foulard e ceramiche sono tutte stampe o decalcomanie, nessuno pensi che qualcuno tiri un baffo a mano sul comunque grazioso posacenere o piattino, sono decori di pigmenti metallici stampati e applicati con colla e passati al forno.