...CONTENTI?

domenica 23 marzo 2014

MISTERO SVELATO! Io ho osato. INTRODUZIONE al FANTASTICO J'ai Osé. L'AMOUAGE di GUY LAROCHE. Con precise notazioni per riconoscere l'originale.

Ricordate questo advising con la Hepburn?


Non è L'Interdit ed è molto meglio de L'Interdit.




PROSSIMAMENTE:


E' roba grandiosa, unisex. I collezionisti avranno capito di cosa stiamo parlando...


Rilasciamo il post oggi 19 marzo 2013. 

(Il testo è stato scritto nell'agosto 2013).



Abbiamo abusato nell'ultimo anno di questo profumo sensazionale. Tornare a casa dopo una giornata tra profumi nicchiosi noiosi e tediosi e arrendersi davanti a questo mistero.
 Questo è uno di quei capolavori che rimarranno nel nostro cuore per sempre.
 Questo profumo accanto al più bel Guerlain è a casa sua: è pazzesco, e piace a tutti. 
Tesoro dei collezionisti, bellezza assoluta.
Parleremo in questo post di un CAPOLAVORO di SOVRANA ENTITA'. Di una gioia immensa, di uno dei vintage che più ci ha sconvolti in questi anni di ricerche tra i capolavori perduti.
Non ha eguali, similitudini solo con i più grandi capolavori della Storia della Profumeria:


"J'ai Ose ("I dared") was created in 1977 for the house of Guy Laroche, whose first perfume was Fidji (the Great). The beautiful and strong fragrance feels much older than it is. It has a lot in common with floral leathers like Chanel's Cuir de Russie"...


Il profumo trae ispirazione dalla vita e dalle gesta di Napoleone Bonaparte, a cui il motto è attribuito.
La versione "parfum" (estratto) venne realizzata con un singolare tappo "napoleonico", ispirato alla celebre feluca o bicorno.


Tra collezionisti si sente spesso parlare di pezzi molto ambiti, pregiati e rari.

Alla fine, rispetto alle decine di migliaia di profumi esistenti (o esistiti), i pezzi che tutti noi cerchiamo, con la speranza di trovarli, saranno sì e no una cinquantina...
Tra questi vi è l'originale J'ai Osé di Guy-Laroche (la cui potenza come marchio era dovuta soprattutto ai profumi di grande qualità e successo creati tra gli anni '70 e gli anni '80).
Momento solenne, certezza assoluta



Un profumo che ti riempie il cuore di battiti. Il fondamentale spettacolo della vita. 


Ogni anno ricerchiamo, incontriamo e acquistiamo centinaia di profumi, la sommatoria delle parti ormai arriva a circa 2000 profumi all'anno. 
Tra quelli incontrati in questa prima parte del 2013, ci sono circa 4-5 profumi di grande merito, 4-5 per i quali fare pazzie. I profumi della vita.



Tra questi vi è questo superlativo Eau de Toilette del 1978, intenso come un attuale EDP e forse persino come certi Extrait de Parfum. 


Parliamo di J'ai Osé di Guy-Laroche nella sua formula originale per com'era negli anni '70 e '80.
E' un profumo molto ricco, molto complicato e di qualità davvero sorprendente.
Se oggi fosse prodotto, dovrebbero occuparsene quelli del Sultanato dell'Oman (Amouage), perché con questa potenza e bellezza, questo Guy-Laroche è un "Amouage".
E non uno dei recenti e fallimentari progetti della celebre casa, ma una delle punte di diamante.
Un Amouage di quelli BUONI!
E' un legno di sandalo bello da impazzire, per i gusti di oggi questo appare più maschile che femminile, ma poi che importa, quando un profumo è così GRANDE, le altre questioni sono ruminar di niente.
Ricco, legnoso, orientale, troppo bello per essere lasciato al solo guardaroba femminile. 



Questo va in gara con Gold Pour Homme di Amouage! Per noi vai tranquillo, e al primo che lo trovasse "femminile"... facciamo saltare le cervella!


Sfortunatamente oggi è molto raro a trovarsi (il prezzo chissenefrega se lo trovate a meno di un Gold prendetelo)!
Nel momento in cui noi si scrive ci sono circa 7-10 J'ai Osé su ebay tra profumi e miniature, alcuni spacciati per Guy-Laroche Vintage, peccato siano TUTTI FALSI:


Questi prodotti recenti sono profumetti prodotti dopo la interruzione dell'Originale, e contengono un succo vile. Sembrano buoni solo a un pirla, sul retro alcuni pezzi recano la data 2011! Non male per un finto "vintage"! 
Sono prodotti se guardiamo bene che non recano la scritta Guy-Laroche anche se flacone e scatola ne riproducono fedelmente le fattezze. Non sono Guy-Laroche, hanno comprato solo il logo e la scatola, dentro ci hanno pisciato una imitazione cheap (che però viene venduta a prezzi anche abbastanza robusti, e fa tanto pensare al modo in cui la nuova gestione Patou sta gestendo i celebri nomi in portafoglio...
Il liquido in questi fake è triste imitazione (al posto dell'assoluta di gelsomino indiano hanno usato una infusione di arbre magique, di fiori e legni di plastica, etc), le ragioni dei costi alti ANCHE di queste IMITAZIONI dell'Originale sono nel fatto che il MITO non si spegne a distanza di quasi due decenni.
Saltuariamente si trovano anche pezzi originali, quando così fosse comprateli.
E' DEEP, intense, refined e deve stare accanto alle più grandi edizioni di Joy di Patou.
Sì certuni qui lo vogliono per iscritto: ricorda Cuir de Russie di Chanel.
Ha molti punti di contatto con la perfetta bellezza di Mitsouko EDP, e mai paragone fu più azzeccato: il diamante (durezza 10 scala Mohs) può essere scalfito solo da un altro diamante, così solo J'ai Osè Guy Laroche può scalfire Mitsouko.



Per ora il ghiaccio è rotto, ormai abbiamo iniziato l'argomento: dovremo trattarne dettagliatamente quanto prima, J'ai Osè di Guy Laroche è uno dei profumi più sorprendenti che mai ci sia capitato di incontrare ed è uno dei PROFUMISSIMI con cui ci stiamo divertendo di più nell'ultimo anno. 



A bocca aperta, come catturati dall'incanto di una creatura bellissima. 

Quel fondo peau d'ange, celestiale...

Beh, ora non è più un segreto.


Rating: 5/5, con LODE.




18 commenti:

  1. Maria Vergine!! La lode non l'avete mai data. Questo profumo deve essere una bomba assoluta.
    Posseggo già Gold di Amouage ed è una delizia ,oltre a Mitsouko naturalmente. Mi avete mandato in fregola ed ora lo devo avere! Posso usufruire del mio contatto a PD?
    Con devozione OLIVER

    RispondiElimina
    Risposte
    1. H@!o
      Se ce l'ha. Sempre se...
      J'ai Osè è un Mitsouko della stessa stoffa di qualità, ma più legnoso e "mascolino".
      J.

      Elimina
  2. Grande post! Mia mamma lo adora, ed era già raro quando ero piccolo io, lo cercava per profumerie ogni volta che andavamo in città, è unico, credo abbia anche qualcosa di Habanita, è un Santo Graal dei collezionisti si sente spesso nominare così anche all'estero. Uè ma che post cattedratico, complimenti e complimenti di nuovo, non c'è nessuno che possa tenervi testa tra di voi ci sono degli artisti veri.
    Questo blog è ARTE.
    Mi compiaccio di dirvelo.
    Ecco tutto, Andrea.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. O tu sei troppo buono o noi siamo stati troppo bravi.

      Grazie CMQ.

      J.

      Elimina
  3. BECCATO, questa mattina a PD da Nicola. Devo dire che è semplicemente FANTASTICO.
    Finalmente un profumo come li ricordavo io negli anni 80: persistente, rotondo, che ti "riempie" l'olfatto e te lo ricordi. E' un profumo senza età e senza tempo, per tutti e per tutte le stagioni della vita e dei ricordi. Un ringraziamento ed un saluto cordiale da OLIVER.

    RispondiElimina
  4. Il Mitsouko accennato nel paragone con J'ai Osè si riferisce a un pari età o a qualcosa magari più recente(facciamo magari un bel 2014)

    Saluti e complimenti per il bel lavoro che fate Gianpiero

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pari età, stessa qualità le stoffe. J'ai Osé vendeva molto più di Mitsouko. Ci sono più Mitsouko sopravvissuti allo stesso periodo non a caso. Le badanti russe sulla cinquantina quando arrivano in Italia cercano J'ai Osé Guy Laroche o Fidji Guy Laroche (o il primo Ysatis di Givenchy) ma lo vogliono d'epoca perché i profumi di oggi sono meno buoni dicono, ma snobbano i vecchi Guerlain...

      Jicky 2.0

      Elimina
  5. Non c'entra molto con i profumi, ma il riferimento a jeff buckley mi ha fatto capire che hai anche le orecchie buone..e non solo un grande naso...dream brother!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nasi che filtrano nanoparticelle di rosa assoluta e orecchie che sentono il sussurro dei fiori che sbocciano.

      J.

      Elimina
  6. Oggi pioggia e freddo qua.
    potevo non provare j'ai osé?
    no che non potevo.
    <3
    c'è scritto guy laroche sotto, alla vista e al tatto pare vero. Spero vada bene, ma se anche fosse un fake, sarebbe un sogno rispetto alla roba che gira oggi.
    questo è il migliore di tutti quelli che mi sono procurata su consiglio vostro. Migliore anche di gloria. E pure di galliano. Eh ciò, de gustibus.
    non sembrava un orientale all'inizio, ma quella botta speziata e pungente cos'è, il muschio di quercia? Infatti ha un che di mitsouko, avete ragione, ma solo all'inizio, poi è un'altra storia. (poi io ho il mitsouko recente, quindi chissà che c'ha di naturale, nulla immagino)
    Sento tanto il sandalo. E il gelsomino.
    e' saponoso.
    eh ma ci credo che voi ometti ve lo mettiate, e comunque mi ricorda un qualche profumo da uomo vecchissimo, è familiare, lo sento addosso a qualcuno nei ricordi di bambina, magari non questo ma qualcosa di analogo perché di j'ai osé non sapevo nulla. Ci sono vintage da uomo che possano ricordarlo? Perché una volta si sentivano uomini profumati in maniera simile, no i frescolini, anguriatini, pompelmini acidi di oggi.
    ara, ara che chicche che ci consegnate!
    di questo, un flacone non può bastare.

    RispondiElimina
  7. Buonasera angioletti!
    Sapete, oggi nella borsa della spesa ho messo Habanita per un'amica e, alla fine, un J'ai Osé edt tutto per me! ❤️Sono stata brava? Tornando ne ho messo un pochino sul polso ed è proprio roba da sovrani: attraversando quelle terre mi sentivo la regina di Cipro! ;)
    Visto che è estate e tutto si scompagina presto, mi dite come utilizzarlo al meglio, magari la sera?
    Infinita gratitudine per il piacere che dispensate, tra le tante altre cose.
    MMMMUA! ( è un bacio e suona proprio così...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. H@!o Goldenswallow

      Complementari Habanita e J'ai Osé, SIN-FONICI!
      MU:* MU:* MU:*
      :)
      Regale. E quello era un EDT? Una goccia per orecchio, 4 ancora picchiettate sui fianchi (direttamente a pelle) poi 2 le ginocchia e 2 i gomiti. E si vola sul tappeto volante.
      D'inverno si può abbondare, trama più fitta, maggiore il calore.

      Jicky 2.0

      Elimina
  8. ..io ci sento dentro la camomilla. Ma c'è la camomilla?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, camomilla =/ fa pensare a infusi liquorosi, e se sa da liquore xe n'à mae...
      J.

      Elimina
  9. Nuoooooooooooooooooo (faccina di munch) no, non è andato a male, di questo sono certa (?) sará na roba che nn riconosco. Ve lo porterò così mi direte voi ;)

    RispondiElimina
  10. Cari profeti di bellezza,
    ispirato come sempre dalle vostre divinazioni, mi sono messo con pazienza e prudenza alla ricerca di j'ai osé, questo ennesimo sacro graal di gioia e verità.
    Ho messo le mani sull'estratto (quello enoooorme, da 28 ml...) e su un edt da 100 ml.
    Ovviamente targati Parfums Guy Laroche Paris, insomma, di quelli buoni (fin qui ci arrivo, e non mi faccio fregare).
    L'estratto è di provenienza un po' così, una vecchia profumeria senza competenza e cura per i profumi vintage, ma l'ho preso per due lire e ho accettato il rischio; l'edt è invece garantitissimo, circuito collezionisti, e l'ho pagato il giusto
    Il profumo è gigantesco, smisurato, una complessità che è quasi un'esperienza esoterica.
    Ma ho qualche dubbio sulla perfezione dei miei due campioni, accettabili, quasi buoni, ma forse non perfetti. Il naso non mi inganna.
    Problemi di persistenza e durata, anche sull'estratto; particelle e sedimenti in sospensione, tanto nell'estratto che nell'edt (ma è normale ?).
    Io j'ai osè lo voglio stra-perfetto, perché è un viaggio, tipo m7 (diversi, ma magici entrambi).
    Se volete vi mando foto e anche fialetta per vostro esame; sempre per mail, se vi va e se posso, altre informazioni sulle provenienze, qui non è il caso.

    RispondiElimina
  11. H@!o ll
    Particelle tanto nell'uno quanto nell'altro? Spiegazioni varie possibili, bisognerebbe vedere gli oggetti. I Patou Pour Homme hanno un precipitato, acidi grassi. M7 prima maniera ha spesso una fine precipitato, varie teorie. I naturali portano nei profumi impurità, ma non ci sono molti sintetici tra le migliaia create nell'ultimo secolo, che valgano i naturali di buona qualità. Se a naso li trovi molto simili, e buoni, non far caso al precipitato.
    A memoria dello scrivente, J'ai Osé Guy Laroche non presenta depositi.
    J.

    RispondiElimina

Nous sommes ici pour révérer l'affection que nous recevons, avec dévouement et engagement. Nous voulons accompagner les amis sur le chemin de la beauté avec les compétences et la loyauté qui nous différencient, dans un monde de menteurs et incompétents. Tempo da perdere con approfittatori e perditempo ne abbiamo sempre meno: francamente, non ne abbiamo più.

Possono commentare liberamente solo gli amici e sostenitori. I quali hanno accesso all'under-Blog ed ai contenuti più esclusivi, ricevono sempre risposta e hanno precedenza su tutti gli altri.

I messaggi contenenti link pubblicitari, o comunque non autorizzati, vengono eliminati da sistemi automatici.

J!cky 2.0

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.